Ho forse superato la linea di mezzeria durante un sorpasso - Che multa rischio?

Due vigilesse della Polizia Municipale si trovavano davanti a me (io ero automunita) ognuna sul proprio motore (identificato con targhetta della municipale), inizialmente intente a chiacchierare una di fianco all'altra occupando quindi più della metà della corsia. Dopo poco si sono allineate accostandosi entrambe sulla destra, ma comunque rimanendo un poco verso il centro. In quel momento ho effettuato un "sorpasso".

Non assicuro di non aver oltrepassato la linea che divide le due corsie, ma mi pare di non averla valicata. Non mi è comunque sembrato di aver effettuato chissà che quale infrazione sul momento, tant'è che sia io che loro procedevamo a bassa velocità.

A quel punto una delle due vigilesse mi ha sorpassata, trovandomene così una davanti e una dietro la macchina. La vigilessa che si trovava davanti a me si è girata gesticolando e cercando di dirmi qualcosa (senza che io capissi nulla). Da lì a pochi metri più avanti, si sono fermate lasciandomi proseguire, senza avermi perciò fermata.

I miei quesiti sono:
1) Potrei ricevere una multa? Se sì di quale importo all'incirca?
2) Potrei fare ricorso dal momento che non mi è sembrato di violare qualche codice della strada?

Il conducente che sorpassa un veicolo o altro utente della strada che lo precede sulla stessa corsia, dopo aver fatto l'apposita segnalazione, deve portarsi sulla sinistra dello stesso, superarlo rapidamente tenendosi da questo ad una adeguata distanza laterale e riportarsi a destra appena possibile, senza creare pericolo o intralcio.

Il conducente deve verificare che la strada sia libera per uno spazio tale da consentire la completa esecuzione del sorpasso, tenuto anche conto della differenza tra la propria velocità e quella dell'utente da sorpassare, nonché della presenza di utenti che sopraggiungono dalla direzione opposta o che precedono l'utente da sorpassare.

È vietato il sorpasso in prossimità o in corrispondenza delle curve o dei dossi e in ogni altro caso di scarsa visibilità. Le strisce longitudinali possono essere continue o discontinue. Le continue, indicano il limite invalicabile di una corsia di marcia o della carreggiata; le discontinue delimitano le corsie di marcia o la carreggiata.

Dunque il problema non risiede nell'eventuale occupazione della corsia riservata ai veicoli che procedono nella direzione opposta, ma nell'aver messo in atto tutte le raccomandazioni propedeutiche al sorpasso (segnalazione, strada libera dal flusso di veicoli procedenti in direzione opposta, assenza di curve in prossimità della zona di sorpasso, presenza di una segnaletica orizzontale continua ecc.).

Chiunque non osservi tali raccomandazioni è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 162 a euro 646 euro. Tutto dipende da cosa scriveranno nel verbale gli agenti della Polizia municipale: molto probabilmente l'agente che gesticolava voleva contestarle immediatamente l'infrazione.

Per quanto attiene il ricorso, va detto che la querela di falso è sempre necessaria per contestare la veridicità del verbale con il quale i vigili hanno rilevato infrazioni al codice della strada.

28 luglio 2015 · Giuseppe Pennuto

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

multa
ricorso multa

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Multa per divieto di sosta - il verbale è valido anche senza indicazione del numero civico
L'indicazione del numero civico nel verbale di multa è importante ma non essenziale per la validità dell'accertamento. La multa per divieto di sosta è valida anche quando il vigile omette di indicare nel verbale di preavviso il numero civico dell'accertamento effettuato. Così si è pronunciata la Corte di cassazione, Sez. ...
Multa da autovelox o telelaser » Per contraddire i vigili non serve querela di falso
In ambito di multa elevata tramite apparecchiature autovelox o telelaser, non valgono come piena prova le dichiarazioni degli agenti accertatori solo nelle note difensive di causa, secondo cui l'apparecchio era segnalato correttamente. Come accennato in diversi articoli, le postazioni della polizia, dotate di strumenti di controllo elettronico della velocità, come ...
Linea internet ADSL molto lenta » Come comportarsi?
Dopo aver stipulato un contratto per internet, in Adsl, con un noto gestore, ho riscontrato un problema. La navigazione è molto più lenta di quella promessa dal gestore, visto che ho sottoscritto un servizio ad alta velocità. Ho segnalato il disservizio più volte, ma la faccenda non è mai stata ...
Impugnazione di una multa » L'amministrazione non si costituisce in giudizio? La sanzione è prescritta!
Se l'ente pubblico non si costituisce in giudizio davanti al giudice di pace, qualora sia in corso un procedimento di impugnazione contro un verbale di multa, la prescrizione non si interrompe, e la sanzione non deve essere onorata anche in caso l'automobilista abbia torto. Buone nuove per l'automobilista che impugna ...
In tema di polizze assicurative rischio morte abbinate al mutuo, la banca non può continuare ad addebitare le rate dopo il decesso del debitore assicurato
In tema di polizze assicurative rischio morte abbinate al mutuo, può la banca, in attesa che l'assicurazione la risarcisca per l'estinzione del contratto di finanziamento in conseguenza dell'avvenuto decesso del debitore mutuatario, continuare ad addebitare le rate del finanziamento? La risposta al quesito è stata fornita dall'Arbitro Bancario Finanziario con ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca