Ho aderito alla rottamazione delle cartelle esattoriali accordata per un importo, poi aumentato - Devo fare ricorso?

Ho aderito alla rottamazione, successivamente accettata con l'invio di email PEC da equitalia. Ho chiesto un prestito che mi è stato concesso per pagare le rate che ammontano circa a 10 mila euro. Oggi, 11 luglio ricevo l'email emaildf.daef.uff08@mef.gov.it ordinaria una missiva dal Ministero delle finanze indirizzato anche al gabinetto del Ministro, che allego in parte:

Facendo seguito alla Sua istanza, con la quale ha chiesto la rateizzazione di alcune cartelle di pagamento, l'Agenzia delle Entrate, interessata per competenza, ha rappresentato quanto segue. Alla data del 1° marzo 2017, risultano a Suo carico iscrizioni a ruolo, di competenza di Equitalia Spa, per un importo totale pari a €18.330,22. A fronte delle citate iscrizioni, sono stati concessi dal competente Agente della riscossione due distinti provvedimenti di rateazione, il primo con prot. n.62 ... del 03/10/2013 e il secondo con prot. n. 65 ... dell'08/08/2014, poi revocati per decadenza.

A seguito della suddetta revoca, la Società Equitalia, in data 03/09/2015, Le ha notificato un preavviso di fermo amministrativo, riferito al veicolo targato DM ... Successivamente, in data 05/01/2016, Lei è stato convocato presso lo sportello di ... della Società Equitalia, dove Le sono stati forniti chiarimenti in merito alla Sua posizione debitoria e alle iniziative intraprese.

Al suddetto incontro, però, non è seguita alcuna iniziativa da parte Sua volta alla regolarizzazione della situazione.

Si specifica, inoltre, che la società Equitalia ha cercato, senza riuscirci, di contattarla telefonicamente tramite il responsabile dell'area Territoriale di Bolzano.

IL DIRETTORE

Sono un privato cittadino. Secondo Voi è legale o devo fare ricorso? Prima mi autorizzano il pagamento rateale dell'importo e poi lo stesso viene aumentato ?

Sembra che Agenzia delle Entrate Riscossione (ADER), subentrata ad Equitalia, abbia arbitrariamente incluso a definizione agevolata anche le cartelle esattoriali comprese nei due piani di rateazioni precedentemente decaduti.

Tuttavia, per legge, le cartelle esattoriali oggetto di definizione agevolata, devono essere quelle, e solo quelle, specificatamente indicate nell'istanza presentata dal debitore (articolo 6 decreto legge 193/2016).

Nel suo caso si tratta, probabilmente, di una delle conseguenze dell'intervenuta liquidazione di Equitalia: i nuovi esattori vogliono dimostrare di essere più bravi dei precedenti. Il problema è che ci provano, non recuperando margini in efficienza aziendale bensì, a spese del povero debitore.

L'approccio seguito per adescarla e per aumentare l'importo portato a definizione agevolata è, in sostanza, quello che segue: le stiamo facendo una cortesia, perchè l'adesione alla definizione agevolata anche per le cartelle esattoriali precedentemente incluse nei piani ordinari di rateazione già decaduti, oltre a farle conseguire un notevole risparmio economico ci consentiranno pure di sospendere il provvedimento di fermo amministrativo già disposto da Equitalia sul veicolo di sua proprietà.

Lei dovrebbe presentare un ricorso amministrativo all'Agenzia delle Entrate Riscossione per confermare che è sua intenzione procedere a definizione agevolata esclusivamente per le cartelle esattoriali indicate nell'istanza in base alla quale Equitalia ha effettuato il conteggio per circa diecimila euro, rinunciando agli eventuali benefici che deriverebbero dalla definizione agevolata estesa alle cartelle esattoriali incluse nei piani di rateazione decaduti, pur consapevole che, con la scelta di tale opzione, il provvedimento di fermo amministrativo non verrà sospeso.

Il ricorso giudiziale, per i costi che comporta e l'attenzione che richiede, è la soluzione estrema a cui ricorrere solo se, entro 60 giorni dalla presentazione dell'istanza in autotutela, non perverrà una risposta soddisfacente da parte di ADER.

12 luglio 2017 · Paolo Rastelli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

condono sanatoria rottamazione definizione agevolata delle cartelle esattoriali

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Rottamazione condono o definizione agevolata delle cartelle esattoriali originate da multe
Anche le cartelle esattoriali originate dal mancato pagamento delle sanzioni amministrative per violazioni al Codice della strada (multe) di competenza comunale (rilevate, cioè, dalla Polizia municipale) oltre, naturalmente, a quelle accertate da Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanzia, potranno essere oggetto di rottamazione, condono o definizione agevolata che ...
Rottamazione delle cartelle esattoriali di Equitalia: scatta la seconda fase » Ecco gli importi complessivi da pagare per gli aderenti
Per quanto concerne la ormai famosa rottamazione delle cartelle esattoriali di Equitalia, o definizione agevolata, si è appena giunti alla seconda fase, ovvero quella che prevede da parte da parte della società di riscossione la comunicazione degli importi complessivi da pagare per gli aderenti. Per poter meglio guidare i contribuenti ...
Rottamazione delle cartelle esattoriali - Ecco quanto si risparmierà con il condono delle sanzioni civili e tributarie iscritte a ruolo
Secondo quanto previsto nella legge di conversione del decreto governativo 193/16le cartelle esattoriali condonabili (perché è inutile girarci intorno, si tratta di un vero e proprio condono delle sanzioni) sono quelle affidate per la riscossione coattiva entro il 31 dicembre 2016 (non ancora pagate o oggetto di dilazione). La definizione ...
La rottamazione bis delle cartelle esattoriali » Nuova chance per i debitori non ammessi al beneficio o decaduti dalla possibilità offerta con la prima rottamazione del 2016 - Si possono adesso rottamare anche i debiti in riscossione coattiva affidati al concessionario dal 1 gennaio al 30 settembre 2017
Nuova chance per il debitore non ammesso al beneficio della prima rottamazione del 2016 per non aver pagato, nei termini, le rate di piani di dilazione in scadenza al 24 ottobre 2016 Relativamente ai soli carichi compresi in piani di dilazione in corso alla data del 24 ottobre 2016, per ...
Equitalia » Come funziona la prescrizione delle cartelle esattoriali originate da sanzioni amministrative
Tutte le cartelle esattoriali notificate da Equitalia sono soggette alla prescrizione, ovvero all'estinzione a seguito dell'inerzia dell'agente di riscossione, protratta per il numero di anni stabiliti dalla legge. Questi atti, di conseguenza, non devono essere pagati. La disciplina della prescrizione in discorso è, tuttavia, diversa a seconda che si riferisca ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca

Forum

Domande