Accettazione eredita

Premetto che mio padre è deceduto nel 2002 e io e mio fratello abbiamo accettato l'eredita cioè l'abitazione in cui viviamo.

Solo ieri riceviamo una raccomandata intestata a mio padre da una banca che intima la restituzione di 16.000 € che gli erano dovuti.

Immagino che il suo debito personale vada quindi agli eredi come ho letto qua e là. Ma ciò che mi sembra strano è che sia passato tutto questo tempo. Possiamo contestare la richiesta? O almeno cercare di negoziarla?

Poichè noi non disponiamo di tale somma , il mio stipendo non me lo permette e mio fratello è disoccupato.Possono intaccare il mio stipendio se mi rifiutassi di pagare?

Purtroppo il pagamento è dovuto, in quanto la prescrizione non è intervenuta (sarebbe stata decennale) ed avete accettato l'eredità.

Lo stipendio purtroppo in questi casi è pignorabile, previo ottenimento di un titolo esecutivo (decreto ingiuntivo).

La cosa migliore è che cerchiate un accordo bonario con la banca, per esempio per l'ottenimento di un piano di rientro agevolato.

2 ottobre 2011 · Carla Benvenuto

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Miserie umane ed eredità - spese del funerale e crediti alimentari
Padre, madre e fratelli coltelli. Muoiono i genitori, uno dei fratelli paga i funerali, poi si rivolge al tribunale per ottenere dall'altro la metà delle spese sostenute. Secondo il ricorrente, infatti, è pacifico che le spese funerarie siano da ricomprendersi fra i pesi ereditari e, pertanto, il coerede che le ...
L'accettazione del trattamento di fine rapporto non implica il mutuo consenso al licenziamento
La mera inerzia del lavoratore non è di per sé sufficiente a far ritenere una risoluzione del rapporto per mutuo consenso: affinché possa configurarsi una tale risoluzione è invece necessario che sia accertata, sulla base di ulteriori e significative circostanze, una chiara e certa volontà comune di porre fine ad ...
Assegno di mantenimento - per la sua determinazione va considerata l'eventuale nascita di un figlio di secondo letto
Il fatto oggettivo della nascita di un figlio di secondo letto (e il relativo obbligo di mantenimento da parte del padre) va considerato dal giudice nella determinazione dell'assegno divorzile. Il principio è stato ribadito dai giudici della Corte di cassazione nella sentenza 14521/15. ...
Prescrizione dei termini per l'accettazione dell'eredità
L'articolo 480 del codice civile stabilisce che la prescrizione decennale del diritto di accettare l'eredità decorre dal giorno di apertura della successione. Ma, ci si chiede se, in caso di successiva scoperta di un testamento olografo, i termini di decorrenza per la prescrizione del diritto di accettare l'eredità non debbano ...
La successione – Capacità di ereditare, eredità giacente, accettazione e rinuncia dell'eredità
La morte estingue la capacità giuridica della persona e i diritti a essa inerenti (ossia i diritti personali) ma non i diritti patrimoniali, i quali dovranno essere perciò trasmessi ad altri. Il complesso di norme che regola tale trasferimento si chiama diritto ereditario o successorio. La successione ereditaria è un ...

Briciole di pane



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca