Guidavo con patente sospesa - Sorpreso a posto di blocco: cosa rischio?

Nel Maggio di quest'anno mi è stata sospesa la patente per 6 mesi, per guida in stato di ebbrezza: poche sere fa, per un'emergenza ho preso l'auto per andare a prendere mia madre, che si era sentita poco bene.

Con la mia solita fortuna, ho incrociato un posto di blocco dei Carabinieri.

Ho spiegato, senza mentire, la situazione all'agente.

Per tutta, risposta, però, mi è stata elevata una multa di 41 euro con l'obbligo di presentazione della patente entro cinque giorni ad un comando dei Carabinieri.

Come ho già detto all'agente, ma se la patente non ce l'ho, cosa presento?

A cosa vado incontro e cosa rischio ora?

La sua storia è molto insolita poiché in effetti, davanti alla sua ammissione di colpevolezza, l'agente aveva due strade da percorrere: multarla per guida con patente sospesa o lasciare spazio al buon senso e lasciarla andare.

Con questo modo di operare, è come se il Carabiniere si fosse lavato le mani della faccenda, lasciano al commissariato il successivo onere della sanzione.

Va detto che ora è molto dura: sarà difficile, infatti, dimostrare che lei sia in buona fede e non abbia detto agli agenti di aver semplicemente dimenticato a casa la patente.

Dunque, veniamo a noi.

Innanzitutto, se non si presenta entro i 5 giorni presentando il documento al comando, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 419 a euro 1.682.

Alla violazione di cui al presente comma consegue l'applicazione, da parte dell'ufficio dal quale dipende l'organo accertatore, della sanzione prevista per la mancanza del documento da presentare, con decorrenza dei termini per la notificazione dal giorno successivo a quello stabilito per la presentazione dei documenti.

Dunque, praticamente, oltre alla multa pecuniaria, procederanno accertamenti per verificare se lei fosse effettivamente in possesso della patente di guida e verrà applicata la conseguente sanzione accessoria per multa con patente sospesa.

In particolare, chiunque, durante il periodo di sospensione della validità della patente, circola abusivamente, anche avvalendosi del permesso di guida di cui al comma 2 in violazione dei limiti previsti dall'ordinanza del prefetto con cui il permesso è stato concesso, è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 1.988 a euro 7.953.

Si applicano le sanzioni accessorie della revoca della patente e del fermo amministrativo del veicolo per un periodo di tre mesi. In caso di reiterazione delle violazioni, in luogo del fermo amministrativo, si applica la confisca amministrativa del veicolo.

Dunque, lei è in un bel guaio, mi spiace.

19 dicembre 2017 · Giuseppe Pennuto

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

ritiro e sospensione patente

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Non può essere sospesa la patente che sarà conseguita da chi commette infrazione guidando con foglio rosa
La sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida può intervenire solo se l'infrazione al codice della strada è stata commessa da chi era in possesso della patente, al momento della commissione del fatto. Il foglio rosa non può ritenersi equivalente alla patente conseguita solo successivamente. Può quindi affermarsi ...
Multa al camionista valida anche se agente confonde la patente con la carta di qualificazione
Multa al camionista valida anche se agente confonde la patente con la carta di qualificazione. Infatti, è valida la multa al camionista che passa con il rosso anche se l'agente ha segnato i dati della patente come identificativo della Carta di qualificazione del conducente. E' irrilevante il mero errore materiale ...
Patente a punti » Ecco come impugnare la decurtazione
In caso di decurtazione dei punti della patente, qualora si pensi sia ingiusta, per la presentazione del ricorso non è necessario attendere la comunicazione dell'Anagrafe nazionale. In caso di sanzione, la quale comporti una decurtazione dei punti dalla patente, infatti, l'automobilista che voglia fare opposizione non deve attendere la comunicazione ...
Assicurazione per il ritiro della patente » Di cosa si tratta
La garanzia dal ritiro della patente è una opzione del contratto di assicurazione che permette di poter ottenere una serie di tutele nell'ipotesi in cui, il consumatore assicurato, subisca una decurtazione di punti dalla propria patente che portino al ritiro del documento, o alla parziale perdita dei punti. Qualora avvenga ...
Patente a punti » Quando non c'è obbligo di comunicare i dati del conducente
In tema di patente a punti, non sussiste l'obbligo di comunicare i dati del conducente per chi ha effettuato il ricorso alla multa principale. Segnaliamo una nuova significativa sentenza in materia di patente a punti ed obbligo di comunicare i dati del conducente, secondo la quale chi impugna il verbale ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca