Giurisdizione ricorso al diniego di accompagnamento per disabilità grave ai sensi della legge 104

Lo scorso mese è stata riconosciuta a mio figlio disabilità grave ai sensi della legge 104 articolo 3, comma 3, ma non l'accompagnamento: proporrò ricorso in tribunale ma il dubbio è il seguente.

Mio figlio è residente in altra città ma con me domiciliato sia a livello di Asl che scuola.

La visita Inps infatti è stata effettuata nella mia città, e da quel che ricordo , nei ricorsi giudiziari si propone il giudizio presso il tribunale dove è avvenuto il fatto illecito.

Nel nostro caso, al di là che l'Inps è nazionale, essendo la visita stata effettuata presso la mia città, dove va proposto il ricorso giudiziario?

Il ricorso in giudizio deve essere presentato entro 180 giorni (sei mesi) - a pena di decadenza - dalla notifica del verbale sanitario. La giurisdizione è quella del giudice ordinario, in funzione del giudice del lavoro. Il Tribunale competente per territorio è quello di residenza del ricorrente (amministratore di sostegno) al momento del deposito del ricorso.

3 giugno 2019 · Carla Benvenuto

Un ulteriore chiarimento: per il ricorso dell'accompagnamento del minore occorre la firma di entrambi i genitori? Perché io sono residente in una città la mamma in un'altra

Sì, entrambi i genitori devono procedere, congiuntamente, al ricorso a tutela del figlio minore.

3 giugno 2019 · Ludmilla Karadzic

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Altre discussioni simili nel forum

legge 104/92 - riconoscimento disabilità grave

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca