Giurisdizione ricorso al diniego di accompagnamento per disabilità grave ai sensi della legge 104

Lo scorso mese è stata riconosciuta a mio figlio disabilità grave ai sensi della legge 104 articolo 3, comma 3, ma non l'accompagnamento: proporrò ricorso in tribunale ma il dubbio è il seguente.

Mio figlio è residente in altra città ma con me domiciliato sia a livello di Asl che scuola.

La visita Inps infatti è stata effettuata nella mia città, e da quel che ricordo , nei ricorsi giudiziari si propone il giudizio presso il tribunale dove è avvenuto il fatto illecito.

Nel nostro caso, al di là che l'Inps è nazionale, essendo la visita stata effettuata presso la mia città, dove va proposto il ricorso giudiziario?

Il ricorso in giudizio deve essere presentato entro 180 giorni (sei mesi) - a pena di decadenza - dalla notifica del verbale sanitario. La giurisdizione è quella del giudice ordinario, in funzione del giudice del lavoro. Il Tribunale competente per territorio è quello di residenza del ricorrente (amministratore di sostegno) al momento del deposito del ricorso.

3 giugno 2019 · Carla Benvenuto

Un ulteriore chiarimento: per il ricorso dell'accompagnamento del minore occorre la firma di entrambi i genitori? Perché io sono residente in una città la mamma in un'altra

Sì, entrambi i genitori devono procedere, congiuntamente, al ricorso a tutela del figlio minore.

3 giugno 2019 · Ludmilla Karadzic

Altre discussioni simili nel forum

legge 104/92 - riconoscimento disabilità grave

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca