Garanzie bancarie soci sas e rinuncia all'eredità del socio accomandatario

Una sas aveva un debito verso una banca per euro 150 mila.
A socio 25% accomandatario amministratore.
B socio 25% accomandante
C socio 25% accomandante
D socio 25% accomandante

Tutti i soci sono garanti del prestito, anche se sul contratto la prima firma naturalmente è di A.

Il socio A amministratore non possiede immobili né altri beni.
Il socio B si accolla il debito verso la banca e paga, a stralcio, euro 100 mila.
Il socio B può rifarsi su A, per euro 100 mila (o 150 mila) quando questo erediterà dal proprio padre?

Abbiamo saputo che A intende rinunciare all'eredità a favore dei propri figli, bypassando i debiti che ha, B può impedirlo?.

La responsabilità patrimoniale dei soci nelle società in accomandita semplice è regolata dall'articolo 2313 del codice civile: nella società in accomandita semplice i soci accomandatari rispondono, solidalmente e illimitatamente, per le obbligazioni sociali, e i soci accomandanti rispondono limitatamente alla quota conferita.

Dunque, il socio accomandante B è creditore della sas per un importo pari al risultato fornito dai 100 mila versati in qualità di fideiussore meno il valore della propria quota conferita al capitale sociale.

Il socio B potrà pretendere l'importo equivalente alla quota sociale conferita nel capitale da ciascuno dei soci accomandanti C e D.

Il socio accomandatario A è debitore verso il socio accomandante B dei 100 mila euro versati in qualità di fideiussore a cui vanno sottratte le quote di capitale conferite alla società dai soci accomandanti B, C e D.

Naturalmente, se il capitale sociale è stato già esaurito e liquidato, allora il socio accomandante B è creditore del socio accomandatario A per tutti i 100 mila euro versati in qualità di fideiussore.

Il socio accomandatario A non può impunemente rinunciare all'eredità a favore dei suoi figli: infatti, l'articolo 524 del codice civile concede al creditore la possibilità di chiedere la revoca giudiziale della rinuncia. ... se taluno rinunzia, benché senza frode, a un'eredità con danno dei suoi creditori, questi possono farsi autorizzare ad accettare l'eredità in nome e luogo del rinunziante, al solo scopo di soddisfarsi sui beni ereditari fino alla concorrenza dei loro crediti.

Dunque, se il socio accomandatario A rinunciasse all'eredità che gli spetta a favore di propri figli, il socio accomandante B potrebbe promuovere azione giudiziale finalizzata alla revocazione della rinuncia esercitata da A, ottenendo così l'assegnazione della massa ereditaria spettante al suo debitore A fino a concorrenza del proprio credito.

17 dicembre 2017 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

responsabilità patrimoniale dei soci
rinuncia eredità

Approfondimenti e integrazioni dal blog

L'ingerenza del socio accomandante nella gestione della sas comporta responsabilità patrimoniale illimitata e solidale
L'ingerenza del socio accomandante ovvero l'attività di gestione interna ed esterna o l'accordo tacito intercorso con il socio accomandatario sono aspetti irrilevanti qualora il terzo abbia concluso un contratto preliminare con la società in accomandita in persona del soggetto, peraltro qualificatosi socio, che essendo l'accomandante non aveva il potere di ...
Società di persone - obblighi tributari per i soci illimitatamente responsabili e per il socio accomodante di una sas
Obblighi tributari per i soci illimitatamente responsabili di una società di persone Nella società di persone tutti i soci solidalmente e illimitatamente responsabili rispondono per le obbligazioni sociali di ogni specie, tra cui anche per le obbligazioni legali e quelle tributarie. Il regime della responsabilità illimitata dei soci di una ...
Quando il socio accomandante di una sas rischia di rispondere illimitatamente dei debiti societari
Com'è noto, nelle società in accomandita semplice diverso è il regime di responsabilità verso i terzi che caratterizza le distinte categorie dei soci: gli accomandatari, ai quali è riservato il potere di amministrare la società, che rispondono illimitatamente e solidalmente per le obbligazioni sociali; gli accomandanti, esclusi dalla amministrazione, che ...
Il socio accomandante non può essere escusso dal creditore sociale - Neanche per la quota conferita
Come noto, la società in accomandita sempile (sas), è caratterizzata dall'esistenza di due categorie di soci che si differenziano a seconda del grado di responsabilità patrimoniale verso i creditori: ovvero illimitata per i soci accomandatari, mentre limitata alla quota conferita per i soci accomandanti. A parere dei giudici di legittimità, ...
Responsabilità patrimoniale in Sas » Può fallire il socio accomandante privo di delega di cassa che emette assegni per conto della società
In tema di responsibilità patrimoniale dei soci in una società Sas, anche il socio accomandante, privo di delega di cassa, può fallire se emette assegni per la società. Il socio accomandante che emetta assegni bancari tratti sul conto della società all'ordine di terzi, apponendo la propria firma sotto il nome ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca