Fornitura gas e luce a mio carico dopo chiusura contratto affitto – Che fare?

Dopo aver concluso un contratto di affitto (ho trovato altro) ho effettuato disdetta telefonica dell’utenza Eni nel mese di maggio 2017.

Dopodiché, il proprietario dell’immobile ha nuovamente affittato l’appartamento.

A distanza di alcuni mesi, però, mi è arrivata una bolletta di 740 euro.

Praticamente il nuovo inquilino sta utilizzando la fornitura a mio nome.

Cosa devo fare ora?

Purtroppo questa situazione capita spesso: in realtà la disdetta andava fatta con raccomandata A/R per avere un documento che attestasse la cessazione del servizi.

Innanzitutto, va presentato un reclamo all’ENI per spiegare i fatti e chiedere l’annullamento della fattura.

Dopodiché, se, come credo non sarà sufficiente, con il contratto che attesta la cessata locazione (meglio se si ricorda il giorno della disdetta telefonica e il numero operatore sarebbe meglio) può essere effettuato un tentativo di conciliazione con ENI.

Per informazioni sul come procedere può leggere qui.

26 Febbraio 2018 · Giovanni Napoletano

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Chiusura contratto luce e gas
Tre mesi fa circa chiamai per chiudere definitivamente il mio contratto di luce e gas ad avvenuta conferma da parte dell'operatore attesi per quanto riguarda il gas la chiamata dell'operatore con il quale avremmo dovuto accordarci sulla data in cui sarebbe venuto a staccare definitivamente anche il gas; poiché per quanto riguarda il distacco della luce, a detta dell'operatore telefonico, questo sarebbe avvenuta il giorno seguente. Indi per cui attesi la chiamata e sotto mia richiesta al padrone di casa mi confermò chiedendomi di portare le bollette del cambio di contratto con il nuovo inquilino la quale non arrivò mai ...

Pagamento del Canone Rai su contratto di fornitura elettrica a nome di mio padre defunto
Dal 2016 ad oggi ho sempre pagato il canone Rai mediante il pagamento della bolletta del servizio elettrico intestata però a mio padre che da circa 3 anni è defunto. A gennaio ricevevo una comunicazione da Agenzia delle Entrate in cui si affermava che a mio nome non risultavano pagamenti. A tale comunicazione rispondevo che le somme dovute venivano versate mediante pagamento della bolletta elettrica intestata a mio padre. Nel frattempo provvedevo ad effettuare modifica dell'intestazione del contratto di fornitura elettrica a mio nome. nel mese di marzo agenzia dell'entrate inoltrava una nuova comunicazione nella quale affermava che i pagamenti ...

Fornitura di energia elettrica - Maxi conguaglio dopo 6 mesi dalla chiusura del contratto e dal passaggio a nuovo fornitore
Dopo 6 mesi dal passaggio a nuovo fornitore (Eni) avvenuto a maggio 2019, il vecchio gestore (ENEL) dopo avere emesso a giugno/luglio tanto di fattura finale da me pagata (ed essendo in regola con i pagamenti pensavo fosse finita li) ci ripensa e invia un'altra fattura (di nuovo denominata di cessazione) per circa 600 euro relativa a periodi da ottobre 2018 ad aprile 2019. A questo punto per loro è possibile eventualmente rivalersi con il CMOR? Non sono tenuti a comunicare tutti i consumi con la fattura finale? Se venisse addebitato il CMOR e (in linea puramente teorica) cambiassi di ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Fornitura gas e luce a mio carico dopo chiusura contratto affitto – Che fare?