Firma personale a garanzia finanziamento (parte seconda)

Sono un piccolo imprenditore, legale rappresentante di una srl e gestisco un negozio di vendita al dettaglio in fortissima difficolta’. Ho preso dei finanziamenti dalla Banca fino a che mi e’ stato proposto, o meglio dire imposto, di fare un nuovo finanziamento comprensivo di tutti gli altri dove pero’ hanno richiesto la mia firma personale come garante.

Non avendo altra scelta pena il rientro immediato dei finanziamenti e sperando in una ripresa economica ho acconsentito, informando la Banca che pero’ non avevo beni personali. Ora purtroppo devo mettere in liquidazione la Società e mi sono arrivate le richieste dalla banca di pagare personalmente le esposizioni nei loro confronti. Quello che vorrei gentilmente domandare e’, non avendo io avuto possibilità di scelta e di rifiutare, se e’ stato lecito il comportamento della Banca nel richiedere la mia firma a garanzia. Esiste qualche modo per renderla nulla essendo stata fatta coercizione?

La coercizione va dimostrata come conseguenza di violenza. Esclusa questa ipotesi, vale il principio di auto responsabilità, che vincola a presumere liberamente assunta la sottoscrizione del nuovo contratto di finanziamento.

Peraltro sarebbe difficile, anche senza la richiamata pronuncia giurisprudenziale, provare che le condizioni del precedente finanziamento sono state riproposte nel nuovo contratto “sic et simpliciter” con l’unica variante della responsabilità patrimoniale ricondotta praticamente da un soggetto giuridico ad una persona fisica con la firma di garanzia.

Anche la sola variazione del tasso di interesse applicato al prestito o della durata del piano di ammortamento sono elementi che propendono nel recidere qualsiasi legame di dipendenza negoziale fra il precedente contratto e quello nuovo.

Senza considerare la circostanza che, probabilmente, nella fattispecie si tratta (anche se lei non ne fa riferimento esplicito, se non quando scrive della possibilità di rientro immediato) della sostituzione di un’apertura di credito concessa alla società srl con un contratto di prestito vero e proprio, erogato a favore dello stesso soggetto, ma integrato dalla costituzione di una garanzia personale.

29 Maggio 2015 · Carla Benvenuto

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Cancellazione CRIF per contratto di finanziamento con firma falsa
Nel 2006 ho stipulato un contratto di finanziamento in veste di coobbligato, per l'acquisto di un veicolo. Il veicolo è, o meglio era cointestato. Dopo pochi anni comincio a ricevere comunicazioni, nessuna delle quali raccomandata a/r, inerenti ritardi di pagamento, decadenza del beneficio del termine, cessione del credito da un recupero crediti all'altro e segnalazione presso centrale dei rischi. Contatto telefonicamente e personalmente i diversi soggetti ma a nessuno risulta che ci sia un coobbligato, in sintesi il titolare del finanziamento sono io. Richiedo copia del contratto e qui una sorpresa ed una curiosità: - la mia firma non compare ...

Leasing su capannone per una società e firma a garanzia (fideiussione)
Vorrei comprendere in cosa si traduce l'aver posto la firma a garanzia di un contratto di Leasing per l'acquisto di un capannone da parte di una società di cui sono socio di minoranza (5 soci), ma in cui non posseggo nessuna carica ne tanto meno opero. Il leasing è stato ormai pagato all'80% del suo ammontare, ma la società sembra (siamo in attesa dei dati ufficiali di bilancio) rischiare il fallimento se non verrà ricapitalizzata ed io, in tal caso, vorrei lasciare la società, ma rimarrebbe la mia firma a garanzia, salvo non andare a discutere con l'Istituto di credito ...

Firma a garanzia per debiti
Nel 2009 ho fatto firma a garanzia per aiutare un amico che poi non ha onorato i debiti con la banca. Questo debito ora non viene pagato e la banca mi ha intimato la restituzione del capitale in quanto le rate arretrate sono già 4. Io ho un'attività in proprio e non vorrei che venisse compromessa da eventuali pignoramenti. Come posso fare? Il conto corrente della mia attività, attualmente come ditta individuale, se la trasformassi in SRL, potrebbe essere attaccato? Sempre nel caso costituissi una SRL a socio unico potrei almeno continuare a lavorare senza avere il pensiero che i ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Firma personale a garanzia finanziamento (parte seconda)