Accettazione implicita eredità

Cosa si intende per Con la cautela di non mettere in atto comportamenti che possano indicare una accettazione implicita dell'eredità? In quale caso potrei accettare implicitamente l'eredità?

Il finanziamento di cui mia madre è garante ha una assicurazione.... il punto è che questo come altri hanno rate pregresse non pagate. Quindi, vorrei capire se in questi casi c'è la possibilità che l'assicurazione non sia valida.

Un'altra domanda: supposto che non si possa fare ricorso alle assicurazioni per quanto scritto sopra, che relazione c'è tra la rinuncia all'eredità e la firma di garanzia? Può la rinuncia, annulare la garanzia sulle rate successive? E su quelle precedenti al decesso ma rimaste impagate?

Poiche le rate del finanziamento, e quindi anche i ratei dei premi assicurativi associati al finanziamento, non sono stati pagati, non ci sarà alcun rimborso polizza.

Ciò significa che sua madre, anche in caso di rinuncia all'eredità, sarà obbligata a rispondere dei debiti assunti dal coniuge garantito. Sia per quanto attiene le rate pregresse, rimaste impagate, che quelle future.

La tacita accettazione dell'eredità si ha quando, ad esempio, i chiamati all'eredità (vedova e figli) si recano in banca per prelevare i risparmi disponibili sul conto corrente del de cuius. O, anche, guidando il veicolo del de cuius ed incappando, magari, in una multa con contestazione immediata.

Altre fattispecie considerate come forma di accettazione tacita:

  • pagamento di debiti ereditari mediante danaro prelevato dall'asse
  • atti dispositivi di beni ereditari
  • protesto di effetti cambiari rilasciati al defunto da terzi
  • esercizio dell'azione di risoluzione di un contratto stipulato dal de cuius
  • conferimento di un mandato a compiere tutti gli atti relativi all'amministrazione dei beni ereditari
  • conferimento a un procuratore del potere di agire come erede in rappresentanza del chiamato
  • esercizio dell'azione di riduzione
  • impugnazione di disposizioni testamentarie
  • ricorso contro l'accertamento relativo all'imposta di successione
  • proposta di contratto relativa ai beni ereditari
  • domanda giudiziale di divisione ereditaria
  • riscossione del rateo di stipendio, pensione o altre somme spettanti al de cuius.

13 febbraio 2012 · Ludmilla Karadzic

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Quando il pagamento di un debito del defunto configura accettazione tacita dell'eredità
In tema di successioni per causa di morte, un pagamento transattivo del debito del de cuius, ad opera del chiamato all'eredità, configura un'accettazione tacita dell'eredità, non potendosi transigere un debito ereditario se non da colui che agisce quale erede. Ma, lo stesso adempimento eseguito con denaro proprio, ed in epoca ...
Presentare la dichiarazione dei redditi per conto del defunto comporta accettazione tacita dell'eredità
Il diritto di accettare l'eredità si prescrive in dieci anni e il termine decorre dal giorno dell'apertura della successione. Tuttavia, i chiamati che hanno rinunciato all'eredità possono sempre accettarla, anche tacitamente, se non è già stata acquistata da altri chiamati e senza pregiudizio per i diritti acquisiti da terzi sui ...
Rinuncia all'eredità - Si può sempre accettare successivamente
L'atto di rinuncia all'eredità deve essere rivestito di forma solenne (dichiarazione resa davanti a notaio o al cancelliere e iscrizione nel registro delle successioni). E' escluso che la rinuncia all'eredità possa essere fatta mediante scrittura privata autenticata. La rinuncia all'eredità non fa venir meno la delazione (cioè la messa a ...
Rinuncia all'eredità del debitore fallito
Com'è noto, il codice civile (articolo 524) prescrive che, se il debitore rinuncia ad una eredità con danno dei suoi creditori, questi possono farsi autorizzare ad accettare l'eredità in nome e luogo del rinunziante, al solo scopo di soddisfarsi sui beni ereditari fino alla concorrenza dei loro crediti. Il diritto ...
Rinuncia eredità con beneficio di inventario - i creditori possono chiedere di abbreviare il termine decennale per l'accettazione
A tutela dei creditori del de cuius e a tutela dei creditori nei confronti del chiamato all'eredità che accetta con beneficio di inventario, la legge mette a disposizione uno strumento molto efficace, il cui scopo è quello di abbreviare il termine decennale per l'accettazione. L'articolo 481 del codice civile può ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca