Fido bancario che non riesco a coprire

Io e mia moglie siamo possessori di un piccolo bar che dopo 6 anni di sacrifici forse ora svendiamo: il problema è che su quel bar abbiamo un fido bancario di 15000 euro più 2 prestiti e non riusciamo a saldare il fido. Riusciamo a malapena a pagare le rate dei prestiti visto che il bar ce lo pagano a rate con un anticipo di 7000 euro. E' possibile fare il saldo e stralcio del fido? E come posso fare non pago più e lascio che vengono a contattarmi o mi faccio avanti io. Possono pignorarmi la casa per questo?

Lei dovrebbe procedere alla chiusura del conto corrente per poter sperare, in prospettiva, ad una successiva proposta di saldo stralcio dalla società di recupero a cui la banca, presumibilmente, cederà il credito.

La banca non può rifiutarsi di chiudere il conto pur in presenza di uno scoperto di fido.

Tuttavia, la banca non è obbligata a chiudere il conto corrente quando il medesimo è utilizzato per il pagamento delle rate relative a un prestito erogato dalla stessa banca: in tal caso infatti il correntista si impegna a mantenere sul conto corrente disponibilità sufficienti a effettuare i pagamenti dovuti al creditore.

Come vede, la chiusura del conto corrente dipende dai due prestiti erogati: solo se il creditore è diverso dalla banca può procedere ad appoggiare i RID presso altro Istituto e poi chiudere il conto.

11 luglio 2015 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

accordo bonario nel recupero crediti
che cosa è un accordo a saldo stralcio
come funziona il saldo stralcio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Apertura di credito in conto corrente - In caso di sconfinamento il tasso extra fido va applicato alla sola quota eccedente la disponibilità del fido
La clausola che prevede l'applicabilità del tasso extra fido a tutta la somma utilizzata (allora anche a quella intra fido) è nulla, risultando ingiustificatamente penalizzante e modificativo dell'equilibrio complessivo del contratto. Uno sconfinamento di modesta entità e durata non può provocare l'applicazione all'intera linea debitoria di un tasso differente rispetto ...
Accordo a saldo stralcio in caso di leasing
Il leasing è la tipologia di credito con la quale è più difficoltoso arrivare a transare un saldo e stralcio, in quanto la società erogante ha il coltello dalla parte del manico, costituito dalla possibilità di recuperare il bene velocemente - e se il debitore rifiuta di riconsegnarlo c'è la ...
Consolidamento debiti – estinguere i vecchi debiti, unificare le rate e pagare di meno
Ah, le rate di fine mese! Quante sono le famiglie italiane che mensilmente fanno i conti con i debiti da pagare? Il mutuo, l'automobile, ma anche il televisore o più banalmente l'ultima settimana di vacanza in montagna. Piccoli e grandi prestiti che si sommano a fine mese in altrettanto piccole ...
TAN - Tasso Annuo Nominale
Nei messaggi promozionali che propongono pagamenti rateali siamo abituati alla specificazione del TAN (Tasso Annuo Nominale). Anche nei contratti di mutuo il Tasso Annuo Nominale gioca il ruolo principale. Ciò perché il TAN è il tasso più semplice a cui si possa fare riferimento. Rappresenta l'interesse annuo applicato ad un ...
Accordo a saldo stralcio, debito rinunciato e illegittima segnalazione in Centrale Rischi - Il punto di vista dei giudici romani
Assume una chiara valenza transattiva l'accordo a saldo stralcio concluso con la banca, se quest'ultima, pur facendo riferimento - nella quietanza liberatoria - al debito originario parzialmente rimborsato, dichiara testualmente che l'obbligazione è stata integralmente estinta, con riferimento quindi anche alla quota eventualmente non escussa. In pratica, ciò vuol dire ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca