Fideiussione mai firmata

Una azienda richiede un mutuo, invita i soci dell'azienda a presentarsi e a firmare i vari documenti. Nei documenti rilasciati ed in quelli dichiarati non era elencata alcuna fideiussione. L'azienda va male ed entra in fallimento. La banca dice di avere delle fideiussioni (e i soci scoprono così la loro esistenza).

Ed ecco i dubbi:

- che la banca abbia fatto firmare il documento senza essere corretta e trasparente nei confronti dei soci (tantochè non ci sono ne documenti personali ne relativi all'azienda sulle fideiussioni ed in questo caso ci dovrebbero essere in ballo 3 copie 1 per socio e 1 aziendale)

- che la banca dica di avere tale documento ma non è veritiero?

- che qualcuno lato banca abbia aggiunto a posteriori e magari signato il contratto come se lo avessero fatto i soci?

Come si può procedere in queste condizioni?

Appena la banca, invece di dire soltanto, comunica per iscritto le proprie pretese in base all'esistenza di una presunta fideiussione firmata dal destinatario, allora il destinatario può richiede tutta la documentazione su cui si basa la pretesa creditoria ed eventualmente adire le procedure legali per il disconoscimento della firma e l'accertamento delle possibili responsabilità penali.

21 maggio 2014 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

fideiussione

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Azione revocatoria del fondo patrimoniale se uno dei coniugi ha prestato fideiussione prima della sua costituzione
La banca blocca il conferimento degli immobili se le fideiussioni di uno dei coniugi sono anteriori alla costituzione del fondo patrimoniale La banca blocca il conferimento degli immobili se le fideiussioni del marito sono anteriori alla costituzione del fondo patrimoniale. Infatti, la natura reale del vincolo di destinazione impresso dalla ...
Responsabilità patrimoniale dei soci nelle società di capitali
L'estinzione della società di capitali per effetto della volontaria cancellazione dal registro delle imprese dà luogo ad un fenomeno di tipo successorio nei confronti dei soci, in virtù del quale l'obbligazione della società non si estingue, ma si trasferisce ai soci, che rispondono nei limiti di quanto riscosso in sede ...
Responsabilità ex socio snc per debiti fiscali maturati prima del suo recesso
L'ex socio di snc è responsabile per i debiti fiscali maturati prima del suo recesso e neppure l'intervenuta estinzione della compagine sociale fa venir meno la responsabilità del socio per le obbligazioni pregresse. Com’è noto, infatti, a partire dalla cancellazione della snc contribuente dal registro delle imprese, si verifica l'estinzione ...
Il risarcimento dei danni subiti da una società di persone non può essere chiesto dal singolo socio
Qualora vengano posti in essere atti in danno di una società di persone, la legittimazione ad agire per il risarcimento dei danni spetta esclusivamente alla società e non al singolo socio, attesa l'autonomia patrimoniale della società, costituente entità distinta dai soci, con un proprio patrimonio e con una propria capacità ...
L'ingerenza del socio accomandante nella gestione della sas comporta responsabilità patrimoniale illimitata e solidale
L'ingerenza del socio accomandante ovvero l'attività di gestione interna ed esterna o l'accordo tacito intercorso con il socio accomandatario sono aspetti irrilevanti qualora il terzo abbia concluso un contratto preliminare con la società in accomandita in persona del soggetto, peraltro qualificatosi socio, che essendo l'accomandante non aveva il potere di ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca