Fideiussione per mutuo ipotecario e scadenza dell’obbligazione

Argomenti correlati:

Sono fideiussore di un mutuo ipotecario su un immobile: cinque anni fa mi arrivò una raccomandata dalla banca che mi ingiungeva di saldare l’intero debito residuo a causa di inadempienza del debitore principale. Ad oggi nessuna azione giudiziale è stata intrapresa né nei miei confronti, né nei confronti del debitore principale. Mi chiedevo se fosse applicabile la liberazione del fideiussore ai sensi dell’articolo 1957 del codice civile a seguito di mancata azione del creditore nei termini considerando che con la decadenza del beneficio del termine si possa considerare l’obbligazione giunta a termine.

La questione verte sulla possibilità che il fideiussore resti obbligato fin dopo la scadenza dell’obbligazione, scadenza che deve ritenersi coincidente con il pagamento dell’ultima rata del mutuo. Altrimenti, la comunicazione di decadenza del beneficio del termine e la richiesta di saldare l’intero debito residuo in un’unica soluzione, si risolverebbe in vantaggio per il fideiussore.

E, comunque, nella ipotesi in cui la durata di una fideiussione sia correlata non alla scadenza della obbligazione principale ma al suo integrale adempimento, l’azione del creditore nei confronti del fideiussore non è soggetta al termine di decadenza previsto dall’articolo 1957 del codice civile (Cassazione sentenza 16758/2002).

2 Gennaio 2019 · Roberto Petrella

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Decadenza fideiussione omnibus limitata
Nel testo è indicato: i diritti derivanti alla Banca dalla fideiussione restano integri fino a totale estinzione di ogni suo credito verso il debitore ed il termine entro il quale agire per l'adempimento, in deroga a quanto previsto dall'art. 1957 del Codice Civile si stabilisce in 36 mesi dalla scadenza dell'obbligazione garantita. Dopo la revoca dell'apertura di credito in c/c e la richiesta del pagamento del saldo con raccomandata a.r. la Banca non ha assunto altre iniziative e sono già trascorsi i 36 mesi: la fideiussione può considerarsi decaduta ai sensi dell'articolo 1957 del Codice Civile? ...

Prescrizione della fideiussione
Quando un soggetto garantisce un prestito o contrae l'erogazione di prestazione o servizi per conto terzi, la responsabilità personale grava esclusivamente sul soggetto che ha agito in nome e per conto dei terzi, attesa l'esigenza di tutela di coloro che, nell'erogazione del credito o delle prestazioni e dei servizi, abbiano fatto affidamento sulla solvibilità e sul patrimonio del soggetto contraente. Ne consegue che l'obbligazione, avente natura solidale, di colui che ha agito per conto terzi è inquadrabile tra le garanzie assimilabili alla fideiussione. Al riguardo, l'articolo 1957 del codice civile prevede che il fideiussore rimanga obbligato anche dopo la scadenza ...

Fideiussione ed eredità - si ereditano anche le garanzie
La fideiussione è una figura contrattuale tipica di garanzia personale, disciplinata dagli articoli 1936 e seguenti del codice civile. Nel nostro ordinamento  è prevista la trasmissibilità agli eredi dell'obbligazione fideiussoria. Cioè  la fideiussione viene trasferita con l'eredità. In parole semplici  l'eventuale garanzia prestata a tutela di un debito in corso continuerà a sussistere, a carico degli eredi del fideiussore. In caso di morte del fideiussore, infatti, tutti i doveri che egli aveva assunto in vita ricadranno sugli eredi. Come anche eventuali diritti che avesse vantato verso debitori assistiti con l'anticipo del rimborso dei loro debiti. Il creditore può agire direttamente ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Fideiussione per mutuo ipotecario e scadenza dell’obbligazione