Fermo amministrativo auto del de cuius

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!



Ho una situazione ingarbugliatissima che riguarda l’auto di mio padre deceduto l’anno scorso, difatti stamattina siamo andati al pra per passaggio di proprietà a mia mamma ed è uscito che ci sono 2 fermi amministrativi sull’auto.

Premetto che non ne sapevamo nulla difatti a casa non ho trovato nulla se non il libretto ed il certificato di proprietà, bene andati all’equitalia e fatta una ricerca totale dei “debiti” di mio padre abbiamo scoperto che i fermi (uno del 2006 ed uno del 2008) sono 1) per mancato pagamento Ici del 1999 notificato il 14/06/2004 e il 2) per una multa dei vigili urbani del 2004 notificata il 17/02/2006.

Ora:
1-anche il mancato pagamento ici non si trasmette agli eredi? è ancora valida quella cartella o è scaduta?
2-considerando che come ho letto le multe (in questo caso dei vigili) non si trasmettono agli eredi dovrei andare dai vigili che l’hanno emessa x richiedere l’annullamento con richiesta di autotutela, giusto? Sapreste anche dirmi a cosa si riferiscono i codici tributo 5242 e 5243?
Grazie mille in anticipo e complimenti per il sito/forum! :)

Il debito ICI, derivando da un’imposta e non da una sanzione amministrativa, si trasmette agli eredi. Essendo in atto misure di riscossione coattiva (fermo amministrativo) è molto improbabile che, nel frattempo, sia intervenuta prescrizione.

Per le multe, invece, le sarà sufficiente recarsi all’ufficio contravvenzioni della sua città dove presenterà istanza di sgravio per decesso del trasgressore, allegando certificato di morte.

27 Giugno 2012 · Marzia Ciunfrini



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Fermo amministrativo auto del de cuius





Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!