Fatturazione telefonia da 28 giorni a mensile - A che punto siamo con i rimborsi?

Per quanto riguarda la vicenda del cambio di fatturazione per la telefonia, da 30 a 28 giorni e viceversa, sto, io come tanti, ancora cercando di capire se si otterranno i rimborsi per i pagamenti non dovuti o meno.

A che punto si è arrivati?

Ci sono provvedimenti o novità in arrivo?

L'Agcom ha avviato un'istruttoria, che sarà seguita da un procedimento sanzionatorio, per ovviare alla vicenda della fatturazione da 28 a 30 giorni e dei costi extra pagati dai consumatori.

Nel dettaglio, L'Agcom, nell'ambito dell'attività di vigilanza sul ripristino della cadenza mensile della fatturazione e dei rinnovi delle offerte dei servizi di comunicazioni elettroniche, ha avviato un procedimento sanzionatorio per condotta non conforme alle disposizioni di settore, con particolare riferimento all'art. 70 del Codice delle comunicazioni elettroniche, nei confronti degli operatori TIM S.p.A e Wind Tre S.p.A.

Il Consiglio dell'Autorità ha preso in esame la riformulazione delle modifiche unilaterali delle condizioni contrattuali poste in essere dagli operatori successivamente al provvedimento n. 27087 con cui l'Autorità garante della concorrenza e del mercato è intervenuta nei confronti di Assotelecomunicazioni, TIM S.p.A, Wind Tre S.p.A, Fastweb S.p.A. e Vodafone S.p.A. in relazione all'asserita intesa concernente la determinazione delle modifiche di prezzo comunicate agli utenti in occasione della rimodulazione del ciclo di fatturazione in ottemperanza alla legge 172/2017.

A seguito della rideterminazione da parte degli operatori dell'originario aumento dei rinnovi delle offerte, l'Autorità ha richiamato TIM S.p.A e Wind Tre S.p.A al rispetto degli obblighi previsti dalla normativa di settore in materia di informativa nei confronti degli utenti interessati dalla nuova manovra al fine di consentire, anche mediante il legittimo esercizio del diritto di recesso, scelte contrattuali consapevoli.

In esito al monitoraggio svolto, è emerso che gli operatori richiamati non hanno assicurato, per il tramite delle comunicazioni rese all'utenza finale tramite SMS e sito aziendale, informazioni chiare, complete e trasparenti, risultando le stesse non adeguate per comprendere le reali condizioni economiche e così consentire agli utenti di scegliere se esercitare il diritto di recesso.

È emerso altresì che le informative non hanno rispettato il quadro regolamentare in materia di diritto di recesso, con particolare riferimento alle modalità per esercitarlo.

Per questi motivi è stato avviato un procedimento sanzionatorio.

Per arrivare alle sanzioni vere e proprie ci vorranno fino a 150 giorni dalla notifica di avvio del procedimento.

Ma Tim e Wind rischiano di pagare salato il conto della bolletta a 30 giorni: le multe possono superare il milione di euro.

17 maggio 2018 · Giovanni Napoletano

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

adsl
tutela consumatore - telefonia internet e pay tv

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Blackout elettrico » Come accedere ai rimborsi
A volte, ormai sempre più spesso, può capitare di rimanere al buio, a causa di problemi sulla linea elettrica: proprio per ovviare ai disagi causati dalle interruzioni per eventi eccezionali, l'Autorità per l'energia elettrica e il gas ha istituito dal 2008 un fondo speciale, grazie al quale scattano rimborsi automatici ...
Ritardi con il fisco » Corresponsione degli interessi
Il Fisco, purtroppo, usa due pesi e due misure quando si tratta di corresponsione degli interessi: quando il contribuente è in ritardo con i pagamento il tasso d'interesse è doppio, infatti, rispetto a quello in caso di rimborsi. Il Fisco ha la mano pesante quando il debitore è in ritardo ...
Pratiche scorrette telefonia » Aumentano le sanzioni agli operatori ma il numero dei contenziosi cresce ancora: il punto sulla situazione
Pratiche scorrette da parte degli operatori di telefonia: 15.000 procedure di conciliazione paritetica per problemi di telefonia nel solo 2016, per tutto il 2017 se ne prevedono 18000, si tratta dei contenziosi tra utenti e società operatrici, in crescita costante dal 2010 ad oggi. Pratiche scorrette da parte degli operatori ...
Bollette di energia elettrica e/o gas » Nuovi termini di fatturazione e indennizzi automatici
Per quanto riguarda le bollette di gas ed energia elettrica, scattano nuovi obblighi di fatturazione per i fornitori, relativamente a tutti i casi di chiusura della fornitura, intesa come cessazione del contratto tra utente e venditore per disattivazione, voltura, cambio del venditore stesso. Bollette di chiusura in tempi rapidi e ...
Agenzia delle Entrate » Per i rimborsi fiscali i contribuenti sono invitati a fornire l'IBAN
I contribuenti interessati a ricevere i rimborsi fiscali da parte dell'Agenzia delle Entrate e in particolare i contribuenti che nel 2014 non hanno più un proprio sostituto di imposta sono stati invitati dalla massima autorità fiscale a fornire le proprie coordinate bancarie al fine di ricevere l'accredito di quanto dovuto ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca