Facebook e scandalo furto dati - E' vero che se ne occuperà l'Antitrust?

In merito al famigerato scandalo di Facebook e del furto dei dati di milioni di utenti, ho sentito dire che l'antitrust ha aperto un indagine.

Cosa ne verrà fuori?

Saremmo finalmente tutelati e la nostra privacy verrà protetta?

E' vero: dopo l'indagine del Garante per la privacy, arriva per Facebook l'istruttoria dell'Antitrust che verificherà l'adozione di pratiche scorrette del social network.

In poche parole, Facebook non informerebbe in modo adeguato sulle sue attività relative ai dati degli utenti.

Ci si aspetta, dunque, di verificare se la piattaforma di scambio dei propri dati con operatori terzi viene attivata automaticamente senza consenso esplicito da parte dell'utente, ferma restando la possibilità di revocarlo in un secondo momento.

Secondo la nota dell'Authority, queste condotte potrebbero configurare una condotta commerciale scorretta poichè Facebook non informerebbe adeguatamente e immediatamente, in fase di attivazione dell'account, l'utente dell'attività di raccolta e utilizzo, a fini commerciali, dei dati che egli cede.

Infatti, tali comportamenti potrebbero integrare due distinte pratiche commerciali scorrette in violazione degli artt. 20, 21, 22, 24 e 25, del Codice del Consumo, in quanto, da un lato, Facebook non informerebbe adeguatamente e immediatamente, in fase di attivazione dell'account, l'utente dell'attività di raccolta e utilizzo, a fini commerciali, dei dati che egli cede.

Dall'altro, Facebook avrebbe esercitato un indebito condizionamento nei confronti dei consumatori registrati, i quali, in cambio dell'utilizzo di Facebook, presterebbero il consenso alla raccolta e all'utilizzo di tutte le informazioni che li riguardano (informazioni del proprio profilo FB, quelle derivanti dall'uso di FB e dalle proprie esperienze su siti e app di terzi), in modo inconsapevole e automatico, tramite un sistema di preselezione del consenso e a mantenere lo status quo per evitare di subire limitazioni nell'utilizzo del servizio in caso di deselezione.

Staremo a vedere quali saranno i prossimi sviluppi.

9 aprile 2018 · Patrizio Oliva

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

tutela consumatore
violazione della privacy e della dignità del debitore

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Nessun assegno di mantenimento se la relazione more uxorio è desumibile dal profilo Facebook
Ex mogli aspiranti ad un assegno di mantenimento, fate attenzione al vostro profilo su Facebook: se alla voce “situazione sentimentale” indicate il nome dell'attuale partner, potete dire addio alle vostre speranze. Per una volta, almeno, l'ex marito non finisce "cornuto e mazziato". Per orientamento costante della Corte di Cassazione in ...
Contatore di energia elettrica » Manca il sigillo? Il reato di furto non sussiste
Non vi è furto di energia elettrica se l'erogazione del servizio non viene interrotta: in caso manchi materialmente l'interruzione del servizio, che si manifesta con l'apposizione del sigillo, consentire all'utente la possibilità di prelevare ancora energia non fa scattare il reato. Il delitto di furto è caratterizzato dal punto di ...
Il furto di identità - cosa è, come avviene e come difendersi
Cosa è il furto di identità Si ha un furto di identità quando un'informazione individuale, relativa ad una persona fisica o ad un'azienda è ottenuta in modo fraudolento da un criminale con l'intento di assumerne l'identità per compiere atti illeciti. Come avviene il furto di identità? Ecco alcuni dei modi ...
Mutuo a tasso variabile e rata protetta
Il mutuo a tasso variabile e rata protetta è un contratto di prestito. Il mutuo a tasso variabile e rata protetta consiste nel trasferimento di una somma di denaro da un soggetto “mutuante” ad un soggetto “mutuatario” che si impegna a restituirlo secondo modalità concordate, dettagliatamente definite nel contratto sottoscritto ...
Furto identità » Dal garante privacy via libera al sistema di prevenzione
Furto identità: via libera al sistema di prevenzione. Parere favorevole su due convenzioni che ne regoleranno il funzionamento. Il garante privacy ha espresso parere favorevole su due schemi di convenzione che consentiranno il funzionamento del sistema di prevenzione delle frodi nel settore del credito al consumo, con particolare riferimento al ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca