Espropriazione per pubblica utilità

Con mia moglie siamo proprietari di cantina e lastrico solare identificati in particella esclusiva autonoma: la cantina, in parte, deborda sotto piazza pubblica. La corrispondente soletta pertanto è comune. Dobbiamo fare lavori di consolidamento soletta e chiediamo contributo ai sensi dell’articolo 1125 del codice civile all’Amministrazione Comunale, proprietario per la porzione di piazza soprastante. Il nuovo sindaco ci dice non abbiamo soldi anche se fai causa andrà avanti DIECI ANNI: proponiamo al sindaco non ci dai nulla, per la contribuzione e danni, ma ci trasferisci mq. 15 di piazza, tale per cui sotto e sopra la soletta siamo proprietari.

Nell’incontro di ieri sindaco ci dice, non solo non ti cedo porzione di piazza, ma il tuo lastrico solare esclusivo, dato che è sempre stato utilizzato anch’esso come piazza (perché non delimitato dai precedenti proprietari), te lo esproprio (lastrico solare complanare a piazza per il quale Amministrazione Comunale osteggia la delimitazione).

QUESTA CHIARA INTIMIDAZIONE, OLTRE CHE ABUSO DI POTERE, COME SI PUO’ PERSEGUIRE E DENUNCIARE?

La giunta comunale può deliberare l’esproprio del bene di proprietà privata, dichiarando di pubblica utilità (nella fattispecie) la parte di soletta contigua alla piazza: non si tratta di intimidazione, ma di pura anticipazione di una linea di pianificazione urbanistica.

L’espropriazione, comunque, prevede la corresponsione di una indennità (di esproprio) al proprietario del bene espropriato e si tratta di una procedura legittima, prevista dalla legge nel Testo unico delle espropriazioni per pubblica utilità.

27 Agosto 2019 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Contributo spese riparazione soletta a copertura di una cantina - La soletta deborda in suolo pubblico
Sono proprietario esclusivo di cantina interrata che DEBORDA in parte (circa metà) su Piazza (Demanio Comunale), ovviamente è SOTTOSTANTE il livello della Piazza. Il solaio o Soletta pertanto è Comune con Pubblica Amministrazione per la sola parte Cointeressata. Questo Stato è ULTRAVENTENNALE, anzi SECOLARE(risale a prima del 1920). La volta del Solaio o Soletta deve Essere Consolidata per pericolo incombente Conseguente il Percolamento acque piovane proveniente dalla Piazza (causa cattiva ed insufficiente regimazione acque piovane). le domande sono: 1) Le quote di Contribuzione spese sono al 50%, per ciascuna proprietà? (art.1125 cc) 2) Vanto dei diritti nel caso volessi acquisire ...

Danni da infiltrazioni di un lastrico solare - Chi risarcisce il condominio o il proprietario?
Quando l'utilizzo del lastrico solare non è comune a tutti i condomini, dei danni che derivano da infiltrazioni nell'appartamento sottostante rispondono sia il proprietario esclusivo del lastrico solare, in quanto custode del bene, sia il condominio, in quanto la funzione di copertura dell'intero edificio, o di parte di esso, propria del lastrico solare impone all'amministratore l'adozione dei controlli necessari alla conservazione delle parti comuni e all'assemblea dei condomini di provvedere alle opere di manutenzione straordinaria. Pertanto, le spese di riparazione del lastrico solare di proprietà esclusiva, ma posto a copertura di un edificio condominiale, sono per un terzo a carico ...

Guida in stato di ebbrezza - Lavori di pubblica utilità? No sospensione patente
Sono stato processato per guida in stato di ebbrezza, senza stare troppo a dilungarmi sul quando e come: in tribunale ho patteggiato, commutando la pena con i lavori socialmente utili, e così facendo ho tentato di evitare la sospensione della patente. Purtroppo, però, il giudice non ha voluto saperne per quanto riguarda la sospensione. Cosa posso fare? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Espropriazione per pubblica utilità