Bene in comproprietà

bene in comproprieta tra due persone. Se uno dei due comproprietari chiede l’assegnazione dell’intero previa corresponsione del valore residuo di stima …che succede? Il Procedimento come si svolge quindi??’

Non è necessario chiedere l’ assegnazione dell’intero. E’ la prima cosa che propone il giudice, prima di tentare la divisione e disporre, ultima ratio, la vendita all’asta dell’intero.

29 Novembre 2011 · Simone di Saintjust

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Divisione della casa in comproprietà fra coniugi poi separati o divorziati - Il diritto di abitazione assegnato al coniuge affidatario dei figli minori non deve influire nella determinazione del conguaglio dovuto all'altro coniuge
L'assegnazione del godimento della casa familiare, in forza della legge sul divorzio, non può essere considerata in occasione della divisione dell'immobile in comproprietà tra i coniugi al fine di determinare il valore di mercato del bene qualora l'immobile venga attribuito al coniuge titolare del diritto al godimento stesso, atteso che tale diritto è attribuito nell'esclusivo interesse dei figli e non del coniuge affidatario e che, diversamente, si realizzerebbe un indebito arricchimento a suo favore, potendo egli, dopo la divisione, alienare il bene a terzi senza alcun vincolo e per il prezzo integrale. Nello stimare i beni per la formazione delle ...

Asta bene indiviso
Quindi se il giudice propone l'assegnazione dell'intero e il comproprietario accetta non si procede all'asta ? il comproprietario dovrà acquistare il bene pagando il residuo di stima piu spese del procedimento ? Quali saranno circa i tempi per il tutto???   ...

Casa familiare in comproprietà con ex coniuge - Il figlio non convive più con ex coniuge affidatario
Mi sono separato nel 2006, e la casa coniugale (in comproprietà) - per la presenza di nostro figlio minore - è stata assegnata alla mamma. Nel 2017 è stato sciolto definitivamente il matrimonio e nella sentenza di divorzio non è stata disposta l'assegnazione della casa coniugale alla mia ex moglie. Lei però non lascia l'alloggio e non vuole nemmeno procedere bonariamente ad una divisione dello stesso; gli ho proposto di ricomprare la mia quota oppure di vendere e dividere il ricavato, ma senza ottenere per ora alcun riscontro. Aggiungo che nostro figlio, adesso 24enne, pur non essendo autonomo economicamente, non ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Bene in comproprietà