Errata indicazione partita iva su modello unico – Cosa rischio?


Sono un paramedico titolare di ditta individuale con la quale svolgo la mia attività, inoltre sono anche dipendente di una cooperativa: casualmente ho scoperto che il mio commercialista dal 2011 in poi ha presentato il mio modello unico con l’indicazione della mia vecchia partiva iva cessata. La fatturazione è comunque avvenuta con la partita iva attiva.

A cosa vado incontro?

Il Decreto del Presidente della Repubblica numero 600 del 1973, recante disposizioni comuni in materia di accertamento delle imposte sui redditi, all’articolo 45 stabilisce che gli avvisi di accertamento possono essere notificati, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui e’ stata presentata la dichiarazione.

Pertanto, mi sembra che lei sia abbondantemente fuori pericolo, per quanto riguarda le eventuali sanzioni amministrative riconducibili all’errore.

20 Febbraio 2018 · Giorgio Valli



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Errata indicazione partita iva su modello unico – Cosa rischio?