Errata indicazione partita iva su modello unico - Cosa rischio?

Sono un paramedico titolare di ditta individuale con la quale svolgo la mia attività, inoltre sono anche dipendente di una cooperativa: casualmente ho scoperto che il mio commercialista dal 2011 in poi ha presentato il mio modello unico con l'indicazione della mia vecchia partiva iva cessata. La fatturazione è comunque avvenuta con la partita iva attiva.

A cosa vado incontro?

Il Decreto del Presidente della Repubblica numero 600 del 1973, recante disposizioni comuni in materia di accertamento delle imposte sui redditi, all'articolo 45 stabilisce che gli avvisi di accertamento possono essere notificati, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione.

Pertanto, mi sembra che lei sia abbondantemente fuori pericolo, per quanto riguarda le eventuali sanzioni amministrative riconducibili all'errore.

20 febbraio 2018 · Giorgio Valli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

prescrizione e decadenza di imposte e tasse

Approfondimenti e integrazioni dal blog

730 precompilato - Chi potrà fruirne
Per il primo anno di avvio sperimentale, sono destinatari della dichiarazione 730 precompilata i contribuenti in possesso di entrambi i seguenti requisiti: aver percepito, per l'anno d'imposta 2014, redditi di lavoro dipendente e assimilati; aver presentato, per l'anno d'imposta 2013, il modello 730 oppure il modello Unico persone fisiche, pur ...
Dichiarazione dei redditi con modello Unico - come correggerla dopo la presentazione
I contribuenti che, presentato il modello Unico, si accorgono di non aver dichiarato dei redditi o di non aver riportato delle spese detraibili o deducibili, possono presentare, entro la scadenza ordinaria, un modello "rettificativo" di quello consegnato o spedito. Sul modello deve essere barrata la casella "Correttiva nei termini". Se ...
Dichiarazione dei redditi con modello 730 - come correggerla dopo la presentazione
Chi ha utilizzato il modello 730 per dichiarare i propri redditi deve controllare attentamente il prospetto di liquidazione delle imposte (modello 730/3) ricevuto dal sostituto d'imposta (datore di lavoro o ente previdenziale) o dall'intermediario (Caf, professionista), allo scopo di verificare che non ci siano errori di compilazione o di calcolo. ...
Dichiarazione dei redditi - chi può presentare il Modello 730 e chi deve presentare il Modello UNICO Persone fisiche
Possono utilizzare il Modello 730 i contribuenti che nell'anno in cui si effettua la dichiarazione sono: pensionati o lavoratori dipendenti (compresi i lavoratori italiani che operano all'estero per i quali il reddito è determinato sulla base della retribuzione convenzionale definita annualmente con apposito decreto ministeriale); persone che percepiscono indennità sostitutive ...
Cid » Non costituisce prova se l'indicazione della via del sinistro è errata
Il Cid non può essere valutato dal giudice come prova se contiene una descrizione sbagliata della strada dove è avvenuto il sinistro. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, la quale, con la sentenza 21161/2013, ha stabilito che: Il Cid non può essere valutato dal giudice come prova se contiene ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca

Forum

Domande