Quando il chiamato all’eredità teme che il defunto possa avere debiti non ancora emersi


Mio padre è deceduto nel dicembre 2018 e non non sappiamo se abbia firmato qualche documento in qualità di garante o fideiussore. A tal proposito abbiamo fatto richiesta alla centrale rischi per il periodo dicembre 2017 novembre 2018 ed è risultata negativa. Possiamo accettare l’eredità senza avere il timore che vi siano altre esposizioni.

Non basta qualche visura in una centrale rischi pubblica o privata (di private ne esistono più di una) per escludere che il defunto abbia debiti non ancora emersi o posizioni fideiussorie ancora aperte. Se sussiste questo timore, l’unica soluzione è quella di accettare l’eredità con beneficio di inventario.

Le visure nelle centrali rischi private e pubbliche, peraltro, garantiscono per posizioni contratte dal de cuius con banche e finanziarie vigilate da Bankitalia, ma la segnalazione potrebbe essere oscurata per decorrenza dei termini di conservazione – in ossequio al codice di deontologia e di buona condotta per i sistemi informativi gestiti da soggetti privati in tema di crediti al consumo, affidabilità e puntualità nei pagamenti – ed il credito potrebbe essere stato ceduto e non essere ancora prescritto.

19 Gennaio 2019 · Simonetta Folliero



Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Quando il chiamato all’eredità teme che il defunto possa avere debiti non ancora emersi