Eredità e fallimento/bancarotta

Dovrò ereditare da due zii liquidi e immobili: la società di cui ero amministratore è stata dichiarata fallita e a seguito di una denuncia di appropriazione indebita ed infedeltà patrimoniale della ex moglie, molto probabilmente ci sara la dichiarazione di bancarotta dal PM.

Come posso avere l’eredità?

Se lei è erede legittimo ci sono ben poche speranze di beneficiare dell’eredità senza pagare pegno. Potrebbe rinunciare all’eredità in favore di altri coeredi, ma in tal caso il curatore del fallimento (o il creditore insoddisfatto) si rivolgerà al giudice per subentrare, nell’accettazione dell’eredità, all’erede debitore rinunciante.

Per salvare qualcosa sarebbe necessario che gli zii facessero testamento in vita, riservando a terzi (i nipoti, ad esempio) la quota disponibile per legge, senza, naturalmente, violare la quota di legittima, pena l’azione revocatoria delle disposizioni testamentarie da parte dei creditori.

23 Marzo 2015 · Lilla De Angelis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Il reato di bancarotta fraudolenta si consuma nel momento in cui interviene la sentenza di fallimento
Il reato di bancarotta fraudolenta si consuma nel momento in cui interviene la sentenza dichiarativa di fallimento. Non si può legare la consumazione del reato presupposto al momento della materiale “distrazione” delle somme di denaro dalle casse della società, azione in sé non configurabile come delitto fino al momento della dichiarazione di fallimento della società stessa. Insomma, non è integrato il reato di bancarotta fraudolenta patrimoniale nel caso in cui la somma sottratta dalle casse sociali, riportata da relativa annotazione contabile, sia incontrovertibilmente riversata nella sua integrante – dai soci che l'avevano prelevata – nelle casse della società prima della ...

Azienda in fallimento - Contributi non pagati - Bancarotta
Ho rilevato una attività commerciale srl di vendita al dettaglio nel 2009: dal 2013 ad oggi ho continuato a percepire lo stipendio dalla mia Società come Legale Rappresentante, nella ragione di circa duemila e 500 euro mensili. Non avevo la possibilità di pagare i contributi, data la notevole difficoltà economica (o mangiavo o pagavo i contributi). Questo stipendio serviva a mantenere me e la mia famiglia (moglie disoccupata e figlio di 2 anni), pagare l'affitto di casa 850 euro, le spese di acqua-luce-gas altri 250 euro, e dei finanziamenti personali che ho preso per sostenere l'azienda stessa (sperando sempre che ...

Azienda prossima fallimento - Eredità - Pignoramento casa
Nel 2009 ho rilevato una attività commerciale di tipo srl: in questi anni siamo andati avanti, pur tra mille difficoltà e finanziamenti da banca per coprire le spese, ma ora siamo prossimi alla chiusura per fallimento. Le Banche mi hanno sempre chiesto la garanzia personale sui prestiti concessomi, pur facendo loro presente che attualmente non sono intestatario di nessun bene sia esso mobile o immobile. L'appartamento dove vivo con mia moglie (disoccupata) e mio figlio (2 anni) è in affitto. Io sono figlio unico e l'unico bene che possiedono i miei genitori è la casa di proprietà (2/3 loro, 1/3 ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Eredità e fallimento/bancarotta