Eredità di tasse e multe per infrazione al Codice della strada – Cosa bisogna pagare e cosa no?

Argomenti correlati:

Dopo il decesso di mio figlio ho trovato una Raccomandata di Equitalia e una della SORI di Prato: essendo l’unico erede vorrei sapere: oltre al nominale di IRPEF, Addizionale Comunale + Regionale all’IRPEF, Tassa Automobilistica, Tributo Smaltimento Rifiuti, Imposta sostitiva contribuenti minimi, tutte le altre voci come interessi di mora, sanzioni pecunarie, somme aggiuntiva tardivo e/o omesso versamento, costo notifica sono anche queste dovute dall’erede?

Per le Contravvenzioni al Codice Strada NULLA è dovuto? Da questi 2 enti ho avuto pareri diversi.

La violazione di un obbligo tributario comporta, come diretta conseguenza, l’applicazione di una sanzione. L’ordinamento tributario prevede due tipi di sanzioni, amministrative e penali, a seconda che la violazione costituisca, in base alla legge, rispettivamente illecito amministrativo o illecito penale.

Anche la violazione del Codice della strada comporta, come diretta conseguenza, l’applicazione al trasgressore (o al proprietario del veicolo) di una sanzione amministrativa.

Le sanzioni, sia amministrative che penali, hanno carattere personale e riguardano solo chi ha commesso l’infrazione (principio di personalità): le sanzioni, quindi, non si trasmettono agli eredi.

Il capo primo (Le sanzioni amministrative) della legge 689/1981, all’articolo 7 recita testualmente l’obbligazione di pagare la somma dovuta per la violazione non si trasmette agli eredi.

Se non bastasse, l’articolo 8 del decreto legislativo 472/1997 (Disposizioni generali in materia di sanzioni amministrative per le violazioni di norme tributarie) dispone testualmente che L’obbligazione al pagamento della sanzione non si trasmette agli eredi.

Quindi, non sono dovute le sanzioni tributarie e le multe per violazione del CdS irrogate al deceduto. Sono dovuti, invece, gli interessi sull’omesso o insufficiente pagamento dei tributi (naturalmente, oltre agli importi) nonché le spese di notifica sostenute dalla Pubblica Amministrazione e dal Concessionario della riscossione.

26 Ottobre 2016 · Tullio Solinas

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Verbale per infrazione al codice della strada notificato a casa ma non ricordo quando E non so se sono ancora in tempo a pagare la sanzione amministrativa
Ho ricevuto un verbale di violazione al codice della strada di euro 191,31 euro: il verbale è del 10 aprile 2019, ma mi è stato notificato a casa dopo parecchio tempo e purtroppo non ritrovo la busta con la data della notifica. Se non sono passati 60 giorni paga la somma indicata, se fossero passati i 60 giorni a quanto ammonta la multa? C'è modo di risalire alla data della notifica per calcolare i 60 giorni? I 60 giorni partono dalla data della notifica? ...

E' di 30 giorni dalla data di notifica della cartella esattoriale il termine per eccepire l'omessa notifica del verbale di accertamento di infrazione al Codice della strada
In relazione alla cartella esattoriale o all'avviso di mora emessi per riscuotere sanzioni amministrative pecuniarie sono possibili le seguenti azioni: l'opposizione all'esecuzione ex articolo 615 del codice di procedura civile, allorquando si contesti la legittimità della iscrizione al ruolo per la mancanza di un titolo legittimante l'iscrizione stessa (nel caso di avvenuto pagamento o di omessa notifica del verbale della sanzione amministrativa da cui origina la cartella esattoriale) o si adducano fatti estintivi sopravvenuti alla formazione del titolo esecutivo (come l'intervenuta decadenza dei termini di notifica della cartella esattoriale, l'avvenuto pagamento della multa, il decesso del trasgressore proprietario del veicolo); ...

Multe per violazione del Codice della strada elevate dalla polizia stradale - Se il pagamento avviene tramite home banking bisogna fare attenzione alla data di valuta
Come è noto, per le violazioni per le quali il Codice della Strada stabilisce una sanzione amministrativa pecuniaria, il trasgressore, di regola, è ammesso a pagare, entro sessanta giorni dalla contestazione o dalla notifica, una somma pari al minimo fissato dalle singole norme. Salvo alcuni casi, per cui è prevista la sanzione accessoria della confisca del veicolo o della sospensione della patente, tale somma è ridotta del trenta per cento se il pagamento è effettuato entro cinque giorni dalla contestazione o dalla notificazione. La somma dovuta può essere pagata: in contanti direttamente presso l'ufficio dal quale dipende l'agente accertatore; tramite ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Eredità di tasse e multe per infrazione al Codice della strada – Cosa bisogna pagare e cosa no?