Eredità – Escludere un legittimario debitore tramite testamento

Vorrei avere qualche delucidazione in merito alla possibilità di escludere mio padre, consensualmente al suo volere, dall’eredità di famiglia.
Mio padre, circa 30 anni fa, ha contratto dei debiti con una banca per un prestito mai saldato; in seguito ha avuto qualche procedimento legale, di cui ignoro l’entità e il numero, le motivazioni e le conseguenze.

Mio padre e mia madre sono sposati in separazione dei beni; mia madre possiede l’unico immobile di famiglia, in tutto questo tempo mai toccato dai debiti di mio padre grazie alla separazione dei beni.

In caso di sfortunata premorienza di mia madre, mio padre, in quanto coniuge in essere, erediterebbe la nostra casa, sulla quale banche ed enti preposti creditori potrebbero rifarsi.

Quali sono le soluzioni attraverso cui mio padre possa essere escluso dall’eredità di mia madre, che vorrebbe lasciare a favore esclusivo di noi due figlie, senza che i creditori possano impugnare l’atto?

Ci sono possibilità di fare escluderlo dall’eredità senza considerare il divorzio?

La invito a leggere questo articolo e quest’altro: poi, se ne ravvisa l’esigenza, possiamo dicutere qualche aspetto particolare della questione di interesse.

Considerando, comunque, che gli orientamenti giurisprudenziali possono variare da un momento all’altro, il divorzio ci sembra la soluzione più lineare e sicura per risolvere il problema.

Va ricordato che se il coniuge non titolare del diritto alla pensione percepisce assegno divorzile, avrà comunque diritto alla pensione di reversibilità in caso di premorienza del coniuge pensionato.

6 Febbraio 2019 · Simone di Saintjust

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Eredità e debiti con Agenzia delle Entrate - Il diritto di abitazione assegnato per testamento all'erede debitore impedisce al creditore di eccepire la lesione della quota di legittima per conto del debitore stesso
Mio fratello ha ingenti debiti con l'Agenzia delle Entrate: alla morte di mio padre riceveremo in eredità la casa di famiglia. Visti i debiti di mio fratello penso che l'Agenzia delle Entrate potrebbe pignorare la sua parte. Come si potrebbe ovviare a ciò? Mio padre potrebbe fare testamento lasciando a me tutto la casa e a mio fratello invece dei terreni che ha per evitare il pignoramento dell'immobile? ...

Ho debiti e mio padre mi ha escluso dall'eredità con testamento - I miei creditori possono richiedere la riduzione dell'eredità in mia vece?
Al fine di salvare la mia quota di eredità da eventuali creditori che ho, mio padre mi ha escluso dal suo testamento, lasciando i suoi beni a mia sorella, a mia madre, a mia figlia (sua nipote) che dovrà però prendersi carico del mio mantenimento. Così facendo, ovviamente, viene lesa la mia quota di legittima. La mia domanda è pertanto la seguente: solo io, il delegittimato, posso agire giudizialmente per chiedere la riduzione della legittima o possono eventualmente farlo anche i miei creditori? ...

Come escludere dall'eredità mio figlio debitore?
Ho tre figli, due femmine ed un maschio: mia moglie è deceduta purtroppo anni fa e sono attualmente proprietario di due villini per un valore ciascuno di 280 mila euro. Mio figlio, per una serie di attività intraprese ed andate male, ha contratto debiti per circa 200 mila euro. Per evitare che alla mia morte il creditore di mio figlio possa aggredire la sua quota di eredità, ho pensato di fare a lui una donazione fittizia in denaro per 280 mila euro (in conto quota di legittima) e lasciare alle due figlie, con testamento, un villino ciascuno, escludendo mio figlio ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Eredità – Escludere un legittimario debitore tramite testamento