Erede che non rinuncia all’eredità ma non firma i documenti per accettarla



Attenzione » il contenuto di questa discussione è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

Ho ereditato e accettato pro quota (siamo 9 eredi) l’eredità di mia zia paterna un appartamento e un conto in banca, insieme a me altri 8 tra cugini e fratelli hanno accettato l’eredità.

Ora uno degli eredi non completa gli atti necessari (firma in banca per il ritiro della propria quota di eredità del conto corrente e non invia la delega a vendere per l’appartamento).

Questo comporta che sul conto corrente si accumuleranno le spese bancarie su un conto dormiente.

e per l’appartamento dovremo pagare la nostra quota di IMU senza poter usufruire dell’appartamento stesso: come possiamo obbligare l’erede recalcitrante a espletare quanto da lui dovuto? Saremo costretti a rivolgerci a un giudice?

Se non avete la possibilità di eliminare fisicamente il congiunto oppure non conoscete uomini cosiddetti d’onore che possano costringere con le minacce il renitente a completare gli atti necessari, non vi resta che affidarvi ad un avvocato al quale, solo perchè vi ascolti, sarà necessario corrispondere un congruo anticipo sulla parcella.

5 Agosto 2020 · Simone di Saintjust



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti