Articolo 630 del codice di procedura civile

Mi può spiegare in parole povere il fatto dell’articolo 630 del codice di procedura civile?

Non avevo 150.000 Euro sul conto (magari). Ne ho altri di conti. Sul conto avevo circa 2500 Euro. Ho fatto appena in tempo a prelevarli. Si vede che le poste non erano molto veloci a bloccare il conto.

Il pignoramento non svolge una funzione semplicemente punitiva nei confronti del debitore insolvente. Ma è finalizzato, attraverso l’azione esecutiva, al rimborso parziale o totale del credito vantato.

Ora, se il creditore procedente non si attiva nei tempi previsti dalla legge o se non si riesce a vendere il bene oppure, come nel suo caso, se il conto corrente del debitore esecutato non presenta disponibilità liquide che possano essere assegnate al creditore, allora il pignoramento non ha più ragion d’essere ed il bene viene “liberato” e restituito al debitore proprietario.

31 Gennaio 2012 · Simone di Saintjust

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Chiusura anticipata della procedura esecutiva - Articolo 164 bis del codice di procedura civile
Leggendo la norma di cui all'articolo 164 bis DL numero 132 del 12 settembre 2014 convertito in legge numero 162 del 10 novembre 2014 si evince che una procedura esecutiva può essere chiusa prima ove ne ricorrano le condizioni. Tuttavia tale norma sembra essere inutile poiché si applicherà per tutti i procedimenti successivi alla sua approvazione e quindi la ratio della stessa, ovvero di liberare i tribunali da vecchie procedure esecutive, è totalmente caduta nel vuoto. Per un procedimento che mi riguarda, iniziato nel 2009, non è quindi applicabile oppure potrei applicarla alla singola udienza, con la relativa decisione sui ...

Corte Costituzionale - Illegittima la procedura di riscossione coattiva esattoriale laddove viene esclusa la possibilità di ricorso al giudice dell'esecuzione (ex articolo 615 codice procedura civile) qualora il credito azionato sia di natura erariale
Secondo l'articolo 57 (Opposizione all'esecuzione o agli atti esecutivi) del decreto del Presidente della Repubblica numero 602/1973, non sono ammesse le opposizioni regolate dall'articolo 615 del codice di procedura civile, fatta eccezione per quelle concernenti la pignorabilità dei beni, quando il credito azionato sia derivante dal mancato pagamento delle imposte (Irpef, Ilor, Irap, Ires, IVA). In pratica questo vuol dire che, qualora venga notificata una cartella esattoriale, originata dal mancato pagamento delle imposte, e se ne riscontri l'illegittimità dovuta ad intervenuta prescrizione, a decadenza dei termini o a vizio di notifica dell'avviso di accertamento sotteso, l'unica opposizione ammissibile è quella ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Articolo 630 del codice di procedura civile