Equitalia – sequestri sui beni del coniuge

Ho venduto la mia attivita commerciale nel dicembre 2008. Nell'ottobre 2008 mi sono separata da mio marito consensualmente. In sede di accordo abbiamo stabilito che lui avrebbe versato a me ogni mese la somma di euro 350. In cambio ho ceduto a lui sempre in sede di separazione, degli appartamenti di mia esclusiva proprietà.

Ora ho dei debiti nei confronti del fisco per euro 60mila riferiti all'irpef per redditi del 2008 che non ho pagato, anche se dichiarati.

Il fisco, o il concessionario possono rifarsi sui beni che ho ceduto a mio marito?

Gentile signora, il trasferimento di sue esclusive proprietà a suo marito, nell'ambito di un accordo di separazione consensuale, in cambio di 350 euro mensili e successivo alla formazione di una debito erariale, è evidentemente finalizzato solo a sottrarre le sue proprietà dal pagamento delle tasse dichiarate ma non corrisposte. Quindi facilmente revocabile la parte dell'omologa di separazione che prevede tale trasferimento.

Ma senza andare troppo lontano e nel difficile, si potrebbe obiettare che il mancato pagamento delle tasse dovute è andato ad accrescere le disponibilità familiari, quindi anche quelle del suo ex marito (che era ancora marito quando lei dichiarava l'irpef ma non la pagava). A meno che lei non riesca a dimostrare di aver sperso l'Irpef, non corrisposta allo stato, in vacanze ai tropici in compagnia di un aitante gigolò.

Ma, e qui casca l'asino: in tale evenienza avrebbe meglio avvalorato quest'altra fantasiosa "boutade" con un accordo di separazione per colpa.

A pensarci bene, tuttavia, neanche se fosse stato per colpa, l'accordo, così come è stato congegnato, reggerebbe ad un giudizio di merito. Certo, può aggiungere che lei è generosa ed ha voluto gratificare un marito che l'ha resa felice. Lo stato le risponderà, e giustamente aggiungo, che prima deve pagare l'IRPEF (dovuta a tutta la comunità) e poi può liberamente essere generosa con chi crede.

E' stato un vero piacere leggerla. Non sono riuscito a trattenere il sorriso nel vedere come la racconta. Magari avessi conosciuto una come lei. La mia ex moglie, con l'accordo consensuale, mi ha mandato per stracci ...

11 settembre 2011 · Simone di Saintjust

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Separazione personale » Restituzione beni e denaro? Solo se si dimostra l'esclusiva proprietà
In tema di separazione personale, qualora il coniuge pretenda la restituzione di denaro e beni dal consorte deve dimostrare la non contitolarità degli stessi. Nei confronti dei beni cointestati ai coniugi vige la presunzione di comproprietà ai sensi dell'art. 1298 c.c.. Per cui non potrà chiedere il recupero di tali ...
Equitalia » Ecco quando può iscrivere ipoteca sui beni inseriti in un fondo patrimoniale
Per poter stabilire il momento della certezza del credito e la possibilità, per Equitalia, di poter iscrivere l'ipoteca sulla casa inserita in un fondo patrimoniale, si deve vedere quando l'accertamento fiscale è divenuto definitivo. L'agente della riscossione, come ad esempio Equitalia, ha la possibilità di iscrivere l'ipoteca sui beni immobili ...
Ipoteca » Il fisco può iscriverla sui beni del socio ancora prima di aggredire la società di persone
Il fisco può iscrivere ipoteca sui beni dell'imprenditore ancora prima di aver escusso il patrimonio della società semplice. Infatti, il beneficio d'escussione previsto dall'articolo 2304 del codice civile ha efficacia limitatamente alla fase esecutiva. Ciò, nel senso che il creditore sociale non può procedere coattivamente a carico del socio se ...
Equitalia » Inutile vendere casa al marito per sfuggire al debito
Disfarsi in extremis della proprieta` del bene fingendosi incapiente, non e` un rimedio valido che salva da quanto dovuto a Equitalia per non aver pagato la cartella esattoriale notificata. L'agente della riscossione, ai sensi dell'articolo 49, comma 1, del Dpr 602/1973, può mettere in pratica ogni azione cautelare e conservativa ...
Contratto simulato di compravendita immobiliare con interposizione fittizia - effetti per il coniuge in comunione di beni
Quando Caio vuole nascondere ai suoi creditori o al fisco di essere l'acquirente di un immobile, si accorda con Tizio, venditore, affinché nell'atto di acquisto figuri Sempronio, prestanome. Colui che acquista effettivamente e si impegna a pagare il prezzo è tuttavia Caio e tutti gli effetti del contratto ricadono su ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca