Equitalia per Inps

Ieri è arrivata una raccomandata a mia suocera: mittente Equitalia per dei contributi Inps per gli anni dal 1987 al 1991, per un totale di circa 15 mila euro. Mia suocera aveva un negozio di macelleria in quegli anni, chiuso nel 1991. Sulla raccomandata c'è scritto che ha 20 giorni per pagare o fare la richiesta di rateizzazione.

La mia domanda è se tali contributi sono da pagare oppure se oramai sono caduti in prescrizione o decadenza.

Agli uffici di Equitalia le è stato detto che ha il fermo amministrativo sulla macchina e per toglierlo può richiedere la rateaizzazione della cartella.. Ma così facendo riconoscerebbe il debito e quindi anche se è prescritto deve pagarlo, giusto?

E' necessario fare ricorso a Equitalia o all'Inps? A chi bisogna rivolgersi?

La prescrizione va sempre fatta valere in autotutela o attraverso ricorso.

Nel suo caso manca qualche anello della catena prima di poter eccepire una qualche forma di prescrizione. Siamo, infatti, in fase avanzata di azione esecutiva (c'è già stato un fermo amministrativo). Dunque, delle due l'una: o il debitore è restato inerte a fronte degli avvisi di accertamento INPS, della cartella esattoriale Equitalia e delle successive azioni di riscossione coattiva avviate da Equitalia, oppure tali atti non sono stati correttamente notificati.

Solo in quest'ultimo caso è possibile ricorrere. Dunque, andrebbe effettuato accesso agli atti presso INPS ed Equitalia.

Ma poichè il tempo stringe (ci sono solo 20 giorni) e sicuramente la documentazione non sarà resa disponibile prima della scadenza dei termini, sua suocera non ha altra scelta che pagare, ricorrere al buio (presupponendo l'omessa notifica - che però, attenzione, può essere stata perfezionata anche per compiuta giacenza) oppure subire il prosieguo delle ulteriori azioni esecutive.

In ogni caso credo sia necessario il supporto di un professionista che possa consigliarvi per il meglio dopo aver preso visione della pratica e di tutti i dettagli necessari.

19 aprile 2012 · Michelozzo Marra

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

contributi inps
prescrizione contributi inps
prescrizione e decadenza dei debiti e dei crediti

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Problemi di evasione contributiva con INPS
Avrei necessità di chiarimenti ed indicazioni su come comportarmi di fronte al problema con l'INPS che vado a descrivere. Ad Aprile del 2009 ho aperto partita Iva in qualità commerciale (Agente di Commercio) A Dicembre 2010 ho chiuso detta partita Iva Le operazioni di apertura e chiusura sono state eseguite ...
Prescrizione per i contributi INPS dovuti e non versati
La prescrizione è un evento estintivo del diritto di versare/recuperare i contributi, legato al decorso di un periodo di tempo determinato dalla legge. Entro il termine di prescrizione i contributi non versati possono essere validamente: pagati con regolarizzazione da parte del datore di lavoro (lavoro dipendente), o del lavoratore stesso ...
Equitalia » Valido il fermo amministrativo e il pignoramento dei contributi pubblici
Equitalia: si al fermo amministrativo e al pignoramento semplificato sui contributi pubblici ottenuti dall'azienda debitrice. Equitalia può spiccare il fermo amministrativo e il pignoramento semplificato sui contributi pubblici ottenuti dall'azienda debitrice. Ciò perché la speciale procedura non concerne un rapporto fra privati ma fra amministrazione e società. Questo, riassunto brevemente, ...
Fermo amministrativo fuori tempo massimo » Equitalia deve risarcire il debitore
Equitalia è tenuta al risarcimento dei danni per il fermo amministrativo iscritto sull'auto nonostante il credito da recuperare sia ormai prescritto. A deciderlo sono stati i giudici della Ctp di Campobasso i quali, con la sentenza numero 182/1/2013, hanno riconosciuto quello che in gergo tecnico si chiama danno da lite ...
INPS – Tasso degli interessi di differimento e misura delle sanzioni civili
L'Inps, con circolare numero 92 del 21 ottobre 2008, e l'Inail, con circolare numero 63 del 16 ottobre 2008, hanno reso noto che, rispettivamente, con decorrenza 15 e 8 ottobre 2008, la misura del tasso di dilazione, di differimento e le somme aggiuntive per omesso o ritardato versamento dei contributi ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca