Equitalia e il verbale di nullatenenza

In 10 anni ho accumulato cartelle esattoriali per più di 280 mila euro (tasse non pagate, inps, multe,ecc): non ho pagato in quanto sono rimasto senza reddito, risulto completamente nullatenente e credo sia per questa ragione che nessuno si è fatto vivo, almeno fino alla scorsa settimana.

La scorsa settimana mi telefona uno di Equitalia e mi dice di volere vedere il mio appartamento dove ho la residenza (appartamento in affitto e completamente vuoto) per fare un verbale di nullatenenza.

1) Lo faccio entrare per fare il verbale?
2) Mi conviene che venga fatto questo verbale di nullatenenza?

Possiamo ipotizzare due scenari: il primo, è quello secondo cui l'agente esattoriale voglia prendere visione dell'appartamento, per analizzare la situazione e valutare la fattibilità di un pignoramento dei mobili e di quanto presente nell'appartamento.

Il secondo è quello in base al quale l'agente esattoriale voglia effettivamente trasmettere all'ente impositore un documento che possa consentirgli di sancire l'inesigibilità del credito.

Se l'appartamento di residenza è vuoto, ritengo che per lei sia in ogni caso conveniente far redigere il verbale.

16 settembre 2011 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

cartella esattoriale
multa

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Affitto in nero » Nullo il contratto verbale anche se l'inquilino denuncia il proprietario al fisco
Il Tribunale di Roma, con una recente sentenza, ha sancito la nullità, per difetto di forma, dei contratti di affitto non stipulati in forma scritta. La pronuncia emessa dai giudici capitolini mette un freno alla prassi della denuncia verbale dei rapporti locatizi da parte di coloro che erano stati costretti ...
Responsabilità per i danni causati a terzi da soggetto maggiorenne infermo di mente ma non interdetto
Se l'autore del danno è persona capace di intendere e di volere al momento del fatto, ove si tratti di minore di età (o di interdetto), il soggetto responsabile del danno causato dal minore o dall'interdetto è individuato in quello che, in ragione del rapporto parentale o in ragione della ...
Separazione personale tra coniugi » Ex casa coniugale in affitto: ora chi paga il contratto di locazione?
Separazione personale tra due coniugi: in caso di contratto di locazione per l'ex casa coniugale, il padrone di casa da chi deve pretendere il pagamento dell'affitto? Chiariamo la questione nell'articolo seguente. Come sappiamo, nella fattispecie di una separazione personale tra due coniugi, durante la controversia in tribunale, viene decisa anche ...
Canoni di locazione » Il versamento dell'affitto è dovuto fino alla riconsegna delle chiavi dell'appartamento
Il conduttore deve continuare a pagare l'affitto finché non riconsegna le chiavi dell'immobile: non importa se ha smesso smesso di viverci da diverso tempo perché, ad esempio, è crollato il soffitto. Non è consentito, infatti, al conduttore astenersi dal versare il canone, ovvero ridurlo unilateralmente, nel caso in cui si ...
Rigetto del ricorso al verbale di accertamento per violazione del Codice della strada - Non tutto è perduto
Succede che ci venga comminata una sanzione amministrativa per infrazione al Codice della strada, che si impugni il verbale nei termini previsti innanzi al Giudice di Pace e che quest'ultimo rigetti il ricorso. Le domande. Può la Pubblica Amministrazione, a seguito del rigetto del ricorso, notificare una cartella esattoriale basata ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca