Eccesso di debiti con carte e disoccupazione (2)

Ma questo tipo di carte, come le revolving, non sono nominali senza firma di alcun garante? E poi non viene trattenuta mensilmente una quota per un'assicurazione?

Non dovrebbero sollecitare e rifarsi solo sul nominativo intestatario senza intaccare lo stipendio del marito?

Il riferimento è a questo topic.

Infatti, se suo padre avesse fatto da garante, il suo stipendio sarebbe stato sicuramente pignorato senza alcun onere, in capo al creditore, di dover dimostrare preliminarmente che il debito accumulato dalla moglie fosse riconducibile ad esigenze familiari.

Per quanto riguarda l'assicurazione bisognerebbe leggere il contratto, verificare se l'evento coperto dalla polizza accessoria eventualmente sottoscritta si sia effettivamente verificato e sollecitare l'assicurazione ad adempiere verso il creditore.

13 giugno 2012 · Genny Manfredi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

indennità di disoccupazione

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Divorzio » Come si calcola la quota del TFR che spetta all'ex moglie?
In tema di separazione e divorzio, come è calcolata la quota del TFR spettante alla ex moglie? Nel procedimento di divorzio la quota di Tfr che spetta alla ex moglie va quantificata sulla scorta del Tfr netto corrisposto in precedenza al marito. Infatti, l'articolo 2120 Cc ammette il lavoratore a ...
Carte revolving - Comunicarne in ritardo il furto o lo smarrimento può costare caro
Com'è noto, il credito revolving rappresenta una forma di finanziamento attraverso la messa a disposizione di una somma di denaro che il titolare può impiegare a propria discrezione, con obbligo di restituzione dell'apertura di credito secondo un piano di rimborso prestabilito, pagando una determinata rata minima, generalmente mensile. Tale importo ...
Carte di credito – tipologie
Simile alla carta di debito, però con addebito di tutti gli importi spesi nell'arco del mese in un'unica soluzione, di norma entro la metà del mese successivo. Il saldo del conto avviene normalmente tramite addebito sul conto corrente del cliente. E' la carta di credito più diffusa ed è quella ...
Polizza vita ed esclusione dall'eredità » Discutiamo sul diritto per la quota legittima
Al decesso di un titolare di una polizza a vita, il quale abbia escluso dal beneficio uno dei tre figli, lo stesso può far valere il proprio diritto per la quota di legittima come erede? Per chiarire la questione, è bene innanzitutto dire che, secondo il nostro ordinamento giuridico l'assicurazione ...
Accordo a saldo stralcio, debito rinunciato e illegittima segnalazione in Centrale Rischi - Il punto di vista dei giudici romani
Assume una chiara valenza transattiva l'accordo a saldo stralcio concluso con la banca, se quest'ultima, pur facendo riferimento - nella quietanza liberatoria - al debito originario parzialmente rimborsato, dichiara testualmente che l'obbligazione è stata integralmente estinta, con riferimento quindi anche alla quota eventualmente non escussa. In pratica, ciò vuol dire ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca