E' corretta la proposta di saldo e stralcio redatta dalla società di recupero crediti?

La società di recupero crediti ha accettato la mia proposta di stralcio inviandomi una risposta firmata: alcune cose scritte dalla controparte mi preoccupano come il riferimento alle spese che dovremmo pagare, dicitura che vorrei eliminare e la parte riferita all'affermazione "novazione" che non sono sicuro di aver ben capito.

Per maggiore chiarezza vi riporto le parti salienti dell'accetazione della proposta da loro inviata.

PROPOSTA:
Con riferimento alla posizione indicata in oggetto comunichiamo che il competente organo ha deliberato l'adesione alla proposta formulata a condizione che venga effettuato il versamento dell'importo di 2500 € entro il 28 maggio 2018.
L'importo convenuto potrà essere versato mediante bonifico bancario utilizzando i seguenti dati……
Intestatario:Antares SpV Srl

Si prega di specificare nella causale il nostro riferimento (NDG 11208_vibo), il nome del debitore il motivo di pagamento (accordo transattivo)
Evidenziamo per altro che l'accettazione della proposta non costituisce in nessun caso novazione rapporto precedente, che il temine previsto per l'adempimento del presente accordo è da considerarsi essenziale e perentorio e che in caso di mancato, parziale, revocato o ritardato pagamento l'accordo in parola dovrà intendersi risolto e le somme eventualmente pervenute saranno imputate in conto del maggior avere secondo i criteri di imputazione previsti dal codice civile e ci riterremo liberi di dare il massimo impulso alle azioni legali per il recupero del credito vantato.

Tutti i costi, ivi incluse le tasse e le imposte-relativi tutti al presente accordo - alla sua annotazione ai fini dell' articolo 2886 c.c., nonché ogni altra spesa e/o costo e/o onere comunque relativi e/o connessi conseguenti alla transazione, saranno esclusivamente ed integralmente a Suo carico.

In virtù della citata cessione , Caf S.p.A. è autorizzata dalla società mandante alla gestione ed al trattamento dei dati personali di propria pertinenza.

Inoltre vorrei sapere se è normale che la proposta sia solo firmata senza alcun timbro che certifichi essere effettivamente inviata dalla società di recupero credito.

Mi scuso per il quesito eccessivamente lungo ma ho cercato di essere il più preciso possibile. Vi ringrazio in anticipo per l'aiuto che potrete darci.

Il riferimento alla novazione è corretto: che l'accordo sottoscritto non costituisca una novazione significa semplicemente che se lei è debitore di 2 euro e perfeziona una transazione per la quale pattuisce il rimborso di 1 euro e poi non adempie, il debito da rimborsare resta quello originario di 2 euro e non quello riformulato (novato) di 1 euro.

Il riferimento alle spese di cancellazione, ex articolo 2886 codice civile, delle garanzie è puramente formale: può chiederne l'eliminazione se non sono state iscritte ipoteche sui suoi beni immobili.

Piuttosto, è importante che le sia trasmesso originale cartaceo della proposta di accordo transattivo, su carta intestata e con firma autenticata del legale rappresentante della società di recupero crediti, via posta con raccomandata A/R.

3 maggio 2018 · Giorgio Martini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

accordo transattivo a saldo stralcio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Accordo a saldo stralcio e liberatoria per cancellazione dalla CRIF - errori da non commettere
Sono stata segnalata al CRIF come cattiva pagatrice (ho saltato 4 rate da pagare) ma poi ho liquidato tutto alla società finanziaria in un unica soluzione, (questi mi avevano assicurato che non ero stata segnalata) ebbene dopo 1 anno mi è arrivato un avviso di pagamento di 161.00 euro per ...
Recupero crediti - L'accordo a saldo stralcio non integra una transazione novativa
Spesso il debitore perfeziona con il creditore (banca, finanziaria o società di recupero crediti) un accordo transattivo a saldo stralcio che prevede un notevole abbattimento dell'importo originario dovuto (gravato dagli interessi di mora) ed un piano di rientro rateale. Capita, talvolta, che il debitore non riesca, comunque, a tener fede ...
Procedure di recupero crediti scorrette » Atti di citazione in giudizio presso località diverse dalla sede del consumatore: interviene l'Agcm
L'Autorità della concorrenza e del mercato (Agcm o Antitrust) è intervenuta per sanzionare, nuovamente, alcune pratiche commerciali scorrette, di una società di recupero crediti, non nuove ai consumatori. Il procedimento dell'Antitrust, avviato alla luce di informazioni acquisite ai fini dell'applicazione del Codice del Consumo e di segnalazioni di diversi consumatori, ...
Accordo a saldo stralcio - Come deve essere redatto il testo della quietanza liberatoria
Quando il debitore non rispetta il piano di rimborso del prestito che gli è stato erogato e successivamente raggiunge un accordo transattivo a saldo stralcio con la società di recupero cessionaria del credito, particolare cautela va riservata alle modalità con cui deve essere redatta la quietanza liberatoria. Soprattutto se si ...
Come rispondere alle ingiunzioni delle società di recupero crediti
Premesso che è buona norma non intrattenere rapporti telefonici con le società di recupero crediti e con i loro agenti esattoriali, di seguito si illustra come interagire correttamente con chi notifica (raccomandata AR) un'ingiunzione di pagamento, intimandoci di provvedere al saldo del dovuto. Va preparata, in sostanza, una risposta da ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca