Informazioni su accertamento fiscale non definitivo - Il domicilio fiscale

Dove posso sapere se è stata emesso un avviso di accertamento a mio conto. Prima che questo diventi definitivo ovviamente. Perché immagino che dopo lo si possa trovare sul sito di Equitalia.

Il mio problema è che vivendo all'estero e spostandomi spesso, potrei aver ricevuto un avviso a mia insaputa ad un vecchio indirizzo inviato prima o nei 30 giorni previsti dalla norma. Abitando in un paese black list, il rischio non è così remoto.

Io uso indicare l'indirizzo di notifica degli atti sul sito del agenzia delle entrate. E' più vantaggioso farlo, oppure lasciare che siano loro a trovarlo?

Dovrebbe consultare l'albo pretorio del Comune di residenza italiano.

Per il futuro, invece, il suggerimento è quello di eleggere domicilio fiscale presso uno studio professionale. Oppure, iscriversi all'AIRE se non si intende mantenere la residenza in Italia.

iIl contribuente, residente in Italia o all'estero, può scegliere l'indirizzo per le notifiche presso una persona o un ufficio, purché si trovi nello stesso Comune in cui ha il proprio domicilio fiscale.

1 giugno 2016 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

Agenzia delle entrate

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Il domicilio fiscale e la residenza anagrafica del contribuente
Salve, vorrei chiedere che differenza passa fra la residenza anagrafica ed il domicilio fiscale di un contribuente. Grazie. Il domicilio fiscale, a norma dell'articolo 58 dpr 600/73, per le persone fisiche coincide, generalmente, con la residenza anagrafica risultante dai registri demografici. I soggetti diversi dalle persone fisiche (persone giuridiche) invece, ...
La procedura di collaborazione volontaria con il fisco - Voluntary Disclosure in pillole
La procedura di collaborazione volontaria (Voluntary Disclosure) è finalizzata a fornire al contribuente uno strumento che gli consenta di definire la propria posizione fiscale pregressa. La collaborazione volontaria con il fisco riguarda fra l'altro, ed in particolare, le procedure che il contribuente italiano deve attivare per consentire l'emersione e rientro ...
Notifica degli atti impositivi - Domicilio fiscale e residenza anagrafica
Prima che il contribuente abbia conoscenza degli atti che incidono sulla sua posizione debitoria o ereditaria nei confronti del fisco, gli atti stessi non possono produrre effetti (cfr. Cassazione 2001/4760 e soprattutto, con riguardo alla sanatoria dei possibili vizi della notifica e ai suoi effetti, Cassazione sezioni unite 2004/19854). Ora, ...
Avviso di accertamento - illegittimo se emesso prima di 60 giorni dalla verifica fiscale
All'esito della verifica fiscale, ci sono 60 giorni di tempo per il contribuente per presentare osservazioni e richieste; l'avviso di accertamento emesso prima dei 60 giorni è illegittimo. La Cassazione a Sezioni Unite, con sentenza del 29 luglio 2013, ha ribadito il principio secondo cui l'avviso di accertamento non può ...
CRIF EURISC – Centrale Rischi Intermediazione Finanziaria
Fra i SIC privati assume una importanza rilevante la crif (Centrale Rischi Intermediazione Finanziaria), nota anche come EURISC. CRIF La crif gestisce un archivio dati privato (EURISC appunto)  a cui aderiscono le principali banche italiane. La crif è specializzata nella realizzazione e gestione di sistemi di referenziazione del credito, anche noti semplicemente come ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca