Informazioni su accertamento fiscale non definitivo – Il domicilio fiscale

Dove posso sapere se è stata emesso un avviso di accertamento a mio conto. Prima che questo diventi definitivo ovviamente. Perché immagino che dopo lo si possa trovare sul sito di Equitalia.

Il mio problema è che vivendo all’estero e spostandomi spesso, potrei aver ricevuto un avviso a mia insaputa ad un vecchio indirizzo inviato prima o nei 30 giorni previsti dalla norma. Abitando in un paese black list, il rischio non è così remoto.

Io uso indicare l’indirizzo di notifica degli atti sul sito del agenzia delle entrate. E’ più vantaggioso farlo, oppure lasciare che siano loro a trovarlo?

Dovrebbe consultare l’albo pretorio del Comune di residenza italiano.

Per il futuro, invece, il suggerimento è quello di eleggere domicilio fiscale presso uno studio professionale. Oppure, iscriversi all’AIRE se non si intende mantenere la residenza in Italia.

iIl contribuente, residente in Italia o all’estero, può scegliere l’indirizzo per le notifiche presso una persona o un ufficio, purché si trovi nello stesso Comune in cui ha il proprio domicilio fiscale.

1 Giugno 2016 · Simone di Saintjust

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Valenza del domicilio fiscale per la notifica degli atti da parte dell'Agenzia delle Entrate e casi di difformità con la residenza anagrafica del contribuente - Comunicazioni di elezione e di variazione del domicilio fiscale
A norma dell'articolo 58 del decreto presidente repubblica 600/1973 le persone fisiche residenti nel territorio dello Stato italiano hanno il domicilio fiscale nel Comune nella cui anagrafe sono iscritte. In tutti gli atti, contratti, denunzie e dichiarazioni che vengono presentati agli uffici finanziari deve essere indicato il Comune di domicilio fiscale delle parti, con la precisazione dell'indirizzo. L'articolo 60, sempre nel dpr 600/1973, prevede che è facoltà del contribuente eleggere domicilio presso una persona o un ufficio nel Comune del proprio domicilio fiscale per la notifica degli atti o degli avvisi che lo riguardano e che, in tal caso, l'elezione ...

Avviso di accertamento fiscale notificato al vecchio indirizzo di residenza - Si tratta di un vizio di notifica?
Ho ricevuto un avviso di pagamento da Equitalia, per una omissione di dichiarazione dei redditi, l'agenzia dell'entrate mi ha inviato l'accertamento al vecchio indirizzo di residenza, pertanto non ho mai ricevuto e mai visto l'accertamento, loro ritengono che la notifica dell'accertamento è valida, perchè il postino ha messo l'avviso di giacenza e superati i 30 giorni si può ritenere valida. Volevo chiedervi se è possibile che la giacenza vale anche al vecchio indirizzo di residenza? ...

Il domicilio fiscale e la residenza anagrafica del contribuente
Salve, vorrei chiedere che differenza passa fra la residenza anagrafica ed il domicilio fiscale di un contribuente. Grazie. Il domicilio fiscale, a norma dell'articolo 58 dpr 600/73, per le persone fisiche coincide, generalmente, con la residenza anagrafica risultante dai registri demografici. I soggetti diversi dalle persone fisiche (persone giuridiche) invece, hanno il domicilio fiscale nel comune in cui si trova la loro sede legale o, in mancanza, la sede amministrativa; se anche questa manca, il domicilio fiscale viene assunto nel comune ove è stabilita una sede secondaria o una stabile organizzazione e, in mancanza, nel comune in cui esercitano prevalentemente ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Informazioni su accertamento fiscale non definitivo – Il domicilio fiscale