Donante indebitato rischio per donatario?


Sono indebitato dal 2012 sia con un paio di finanziare e sia con Equitalia ed Agenzia delle Entrate, per un totale di 30 mila euro. Fino ad oggi, si saranno resi conto che non ho nessun bene né stipendio aggredibile, vivo di espedienti e mi arrangio come posso. Nonostante ciò nel 2016 ho ricevuto un atto di precetto da una di queste finanziare, atto che è andato a vuoto, in quanto era rivolto a terzi (al mio ex datore di lavoro), il quale mi aveva già licenziato nel 2015. Ad oggi non ho mai ricevuto visite da ufficiali giudiziari.

Detto questo, precedentemente a marzo 2001 ricevetti in donazione da mio padre un appartamento, che a mia volta nel luglio 2013 donai a mia figlia. Le mie domande sono le seguenti: siccome non ho ricevuto nessun atto di ulteriori precetti, attualmente l’appartamento donato a mia figlia è ancora a rischio pignoramento? Quanti anni devono passare per poter essere non più pignorabile? Come posso fare per sapere se gravano ipoteche su quell’immobile?

L’azione revocatoria si prescrive in cinque anni dalla data dell’atto: pertanto, nel suo caso, a partire dal 2018, dovrebbe decadere ogni possibilità per un creditore procedente di chiedere la revocazione dell’atto di donazione ed espropriare l’immobile donato a sua figlia.

Per verificare eventuali iscrizioni ipotecarie effettuate dal creditore in data anteriore all’atto di donazione dovrà effettuare una visura ipotecaria, anche online, attraverso l’Agenzia delle Entrate.

1 Novembre 2017 · Piero Ciottoli



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Donante indebitato rischio per donatario?