Dolo o truffa se emigrato dopo aver ottenuto carta revolving rimasta impagata

In riferimento a questa domanda, volevo chiedere se è previsto, nel caso riportato, il reato di DOLO o TRUFFA, dal momento che mi sono trasferito in Brasile e che per i primi tempi ho dovuto usare la carta di credito revolving fino ad esaurimento plafond.

I miei genitori hanno ricevuto una visita di una non meglio identificata persona, sedicente emissario della finanziaria che emise la revolving, con un plico da consegnarmi; a quel punto i miei hanno informato che erano giá 4 anni che non abitavo piú li. Questa persona ha rifiutato di identificarsi ed é andato via.

Per asserire di essere rimasto vittima del reato di truffa, il creditore dovrebbe dimostrare che nel momento in cui ha chiesto la carta revolving il debitore avesse già preordinato di non rimborsare i fondi utilizzati: il che non è facile.

La circostanza che il debitore sia poi emigrato all'estero e che all'estero la carta revolving sia stata utilizzata non è rilevante: siamo o non siamo in un mondo globalizzato?

Per il resto il consiglio ai genitori è quello di non accogliere in casa persone sconosciute: indipendentemente dalle vicende debitorie del figlio ed esclusivamente per ragioni di sicurezza personale.

Se qualcuno ha davvero qualcosa di importante da comunicare lo fa con una raccomandata AR, non con missive consegnate a mano.

11 settembre 2016 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

carte revolving

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Carta revolving
Per chi è gia familiare con l'uso delle carte di credito, la carta revolving (o carta di debito) puó rappresentare una semplice evoluzione. Solitamente, con la carta di credito (Visa, Mastercard, American Express e cosi via) tutti gli acquisti effettuati nell'arco di un mese sono addebitati in un'unica somma, il ...
Carta revolving emessa da un esercizio commerciale per finanziare i clienti nell'acquisto di beni e servizi in vendita » Il contratto di prestito è nullo ed il debitore è tenuto a restituire le somme impiegate al solo tasso legale (anche a rate)
Come sappiamo, gli esercizi commerciali (on line o tradizionali) ricorrono spesso a carte prepagate (note anche come gift card o fidelity card) che permettono al cliente di poter fruire di un credito prepagato da utilizzare per l'acquisto dei prodotti in vendita. Ciò è possibile perché la promozione e la conclusione ...
Carte revolving - Comunicarne in ritardo il furto o lo smarrimento può costare caro
Com'è noto, il credito revolving rappresenta una forma di finanziamento attraverso la messa a disposizione di una somma di denaro che il titolare può impiegare a propria discrezione, con obbligo di restituzione dell'apertura di credito secondo un piano di rimborso prestabilito, pagando una determinata rata minima, generalmente mensile. Tale importo ...
Carta revolving ovvero lo strozzinaggio legalizzato
Il costo del denaro è sceso ai minimi termini, e le banche stanno facendo il pieno di soldi dello Stato (ossia nostri), per aver male amministrato quelli dei clienti. I poveri italiani si domandano se questa situazione del costo del denaro, della discesa dei costi dell'energia e del mercato meno ...
Carte revolving? » Un consiglio spassionato: evitatele!
Carte revolving: l'attuale crisi economica sta comportando un netto aumento dell'utilizzo di questa tipologia di carte di credito. Ma gli istituti di credito che concedono le carte revolving applicano interessi altissimi, spesso di poco inferiori al tasso soglia usura. E' bene sempre evitarne l'uso e conoscere lo strumento. Questo per ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca