E' possibile chiedere il divorzio breve senza il preventivo accordo dei coniugi?

In riferimento al titolo della domanda, vorrei sapere se è possibile ed eventualmente la modalità per il divorzio breve, senza separazione e senza avvocato, con coniuge italiano (matrimonio contratto in separazione dei beni e senza prole), convivente con altra donna e con figli naturali riconosciuti, residente in inghilterra da almeno 5 anni in quanto il soggetto in questione non si rende reperibile e disponibile ad una causa in territorio italiano.

L'articolo 12 della legge 132/2014 dispone che i coniugi possono (congiuntamente) concludere, innanzi al sindaco del comune di residenza di uno di loro o del comune presso cui è iscritto o trascritto l'atto di matrimonio, con l'assistenza facoltativa di un avvocato, un accordo di divorzio, nel caso in cui sia intervenuta una separazione di fatto. La procedura di divorzio breve prevede, dunque, la partecipazione e l'assenso di entrambi i coniugi. Non può trattarsi di decisione unilaterale.

La sua situazione richiede, necessariamente, l'avvio di una procedura giudiziale di separazione personale con il coniuge contumace.

20 novembre 2017 · Genny Manfredi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

separazione personale dei coniugi e divorzio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assegno per il nucleo familiare – sussiste anche per la famiglia di fatto
Il genitore di figli naturali riconosciuti ha diritto all'assegno familiare. In tal senso si è espressa la Corte di Cassazione, con la sentenza del 18 giugno 2010, numero 14783. Nel caso di specie, il ricorrente era coniugato con una persona, ma conviveva da anni con altra persona. Dalla convivente aveva ...
Separazione e divorzio - Esenzione dalle imposte di registro ipotecaria e catastale per tutti gli atti di trasferimento della proprietà immobiliare fra coniugi o a favore dei figli
Com'è noto, la normativa vigente (articolo 19 della legge 74/1987) stabilisce che tutti gli atti, i documenti ed i provvedimenti relativi al procedimento di scioglimento del matrimonio o di cessazione degli effetti civili del matrimonio nonchè ai procedimenti anche esecutivi e cautelari diretti ad ottenere la corresponsione o la revisione ...
Divorzio e nuovo matrimonio - Il divieto temporaneo di nuove nozze
La donna non può contrarre un nuovo matrimonio prima di trecento giorni dal divorzio. L'articolo 89 del codice civile prevede che la donna non possa contrarre un nuovo matrimonio se non dopo trecento giorni dallo scioglimento, dall'annullamento o dalla cessazione degli effetti civili del precedente matrimonio. Questo divieto non si ...
Separazione dei coniugi - i presupposti dell'assegno di mantenimento
In caso di separazione, il coniuge che non abbia adeguati redditi propri può chiedere che l'altro coniuge versi un assegno di mantenimento. Per ottenere il mantenimento è necessario che ricorrano le seguenti condizioni: il coniuge richiedente non deve avere redditi adeguati; la separazione non deve essere addebitata al coniuge richiedente; ...
Agevolazioni prima casa - Possibile fruire dell'imposta di registro ridotta al 2 per cento anche per l'acquisto di una seconda casa a condizione che entro un anno si alieni la prima
Com'è noto, ai fini dell'applicazione dell'aliquota del 2 per cento dell'imposta di registro agli atti traslativi a titolo oneroso della proprietà di case di abitazione non di lusso e agli atti traslativi o consuntivi della nuda proprietà , dell'usufrutto, dell'uso e dell'ambientazione relativi alle stesse, devono ricorrere le seguenti condizioni: che ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca