Croazia – Presunto omesso pagamento del servizio di custodia e parcheggio di automobile


Stamattina mi vedo recapitare una intimazione a pagare una sosta effettuata nel 2017 non pagata: premetto che noi andiamo spesso un Croazia in vacanza ma non ho mai trovato nessuna multa e ho sempre pagato i parcheggi. Ora mi si intima di pagare 195,95 euro entro 8 giorni con foto targa auto.
Cosa devo fare?

La prima cosa da fare è rispondere al mittente, con raccomandata AR, asserendo che pur avendo soggiornato in Croazia in vacanza, l’importo per i servizi di parcheggio è stato sempre puntualmente corrisposto e chiedendo di indicare nel dettaglio, per poterli contestare in un eventuale, futuro, giudizio, i dati specifici riguardo a giornate ed orari di sosta in cui il pagamento del servizio di parcheggio non sarebbe avvenuto nonché il sistema di rilevamento automatico (con caratteristiche ed attestato di omologazione europea) in base al quale sarebbe stata accertata l’omissione e prodotta la foto. Aggiungendo che, in assenza di riscontro, verrà presentata all’Autorità giudiziaria denuncia contro ignoti per l’accertamento di quello che sembra configurarsi come un tentativo di truffa ed estorsione.

14 Giugno 2019 · Giuseppe Pennuto



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Croazia – Presunto omesso pagamento del servizio di custodia e parcheggio di automobile