Ditta individuale indebitata con lo Stato – Sarebbe una buona idea aprire una cooperativa?

Ho una ditta individuale indebitata con AGENZIA DELLE ENTRATE e credo non si possa più risollevare: se dovessi aprire una COOPERATIVA potrebbe essere una buona idea?

Se l’obiettivo è quello di liberarsi dei debiti accumulati con la ditta individuale, l’idea è sbagliata: se, invece, l’obiettivo è quello di continuare a svolgere l’attività precedente evitando le azioni esecutive esattoriali incombenti sui beni necessari a condurla, i pignoramenti dei corrispettivi presso terzi (committenti e banca), e le eventuali compensazioni delle cartelle esattoriali scadute con i pagamenti spettanti per pubbliche commesse, allora vale la pena precisarle che il comma 936 dell’articolo unico della legge 205/2017 (Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018), in vigore dal primo gennaio 2018, ha modificato alcune disposizioni del codice civile in materia di composizione dell’organo amministrativo delle società cooperative. E’ stato, infatti, introdotto, all’articolo 2542, un nuovo comma in base al quale l’amministrazione della società deve essere affidata ad un organo collegiale formato da almeno tre soggetti.

Si tratta di una modifica, finalizzata proprio a contrastare il fenomeno delle delle cosiddette false cooperative: viene esclusa, infatti, la possibilità di ricorrere all’amministratore unico e, si introduce, inoltre, la regola della durata della nomina dell’organo collegiale preposto all’amministrazione della coop ad un massimo di tre esercizi, impedendo, così, che alla guida della coop siedano amministratori senza scadenza di mandato.

A mio parere, risulterebbe abbastanza complicato, per lei, portare avanti l’attività artigianale, professionale o di piccola e media impresa, che esercitava come ditta individuale, in siffatte condizioni.

6 Novembre 2018 · Tullio Solinas

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Come funziona l'esdebitazione fallimentare di una ditta individuale - Dopo il fallimento posso aprire una nuova ditta?
Dopo la chiusura del fallimento della mia ditta individuale sono riuscito ad ottenere l'esdebitazione: se ad oggi mi arriva un bollo da pagare riferito ad un mezzo della ditta fallita lo devo pagare? Ho uno scoperto di c/c lo devo sanare? Quali sono le cose che posso fare e non fare se dovessi riaprire una ditta? ...

DURC - Libero professionista italiano con ditta slovena
Purtroppo a causa di una ditta individuale fallita,non posso più lavorare in quanto anche se aprirsi una srls non potrei avere il durc perche ho parecchi debiti con inps. Mi chiedevo se aprissi una ditta individuale in Slovenia o una srl slovena,potrei tranquillamente lavorare per una ditta italiana in italia come responsabile tecnico di cantiere? Se si,agenzia delle entrate potrebbe comunque procedere con un pignoramento verso terzi anche se la srl è straniera? ...

Decreto liquidità (23/2020) - Posso accedere al finanziamento (dei 25 mila euro) se nel 2018 la mia ditta individuale è risultata in perdita?
Ho una ditta individuale il cui reddito nell'anno 2018 (dichiarazione del 2019) è stato negativo, unico anno in negativo in oltre dieci anni di attività: credo di non poter accedere al finanziamento o mi sbaglio? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Ditta individuale indebitata con lo Stato – Sarebbe una buona idea aprire una cooperativa?