Disoccupato e debito con finanziaria - Come difendersi?

Mi contattano e me li ritrovo a casa e contattano anche mia madre: come posso difendermi ed inoltre il debito va in prescrizione?

Il creditore può munirsi di decreto ingiuntivo emesso da un giudice e notificare il precetto al debitore. Oppure, in fase stragiudiziale, inviargli raccomandate A/R di messa in mora e/o di sollecito di pagamento.

Ma, in nessun caso, può contattare direttamente il debitore e/o mettere a conoscenza degli inadempimenti che lo riguardano, parenti, amici o, addirittura il datore di lavoro.

Gli addetti al recupero crediti non possono contattare il debitore telefonicamente senza preventivo consenso, né gli addetti all'esazione esterna possono recarsi presso l'abitazione del debitore, senza aver concordato l'incontro, per chiedergli di adempiere alle obbligazioni assunte, magari intimidendolo. Da evidenziare anche che questi funzionari del recupero crediti a domicilio dovrebbero essere muniti di apposito permesso (personale) rilasciato dalla questura.

Le violazioni della privacy, le molestie e le intimidazioni perpetrate dagli impiegati addetti al recupero crediti possono essere contrastate, nei fatti, presentando un esposto alle forze di polizia, che provvederanno successivamente a trasmetterlo all'autorità giudiziaria competente per individuare eventuali profili di reato (potrebbe configurarsi anche quello di estorsione).

Incisiva può essere anche la notifica di tali comportamenti ai vertici della società, con la diffida a perseverare e la minaccia di segnalare al Prefetto vessazioni, molestie ed intimidazioni, affinché adotti i provvedimenti conseguenti (sospensione o ritiro del permesso di operare nel settore del recupero crediti).

Per quanto riguarda la prescrizione, per il rimborso di prestiti da banche e finanziarie, essa è decennale e decorre dalla data di spedizione (via raccomandata A/R) dell'ultimo sollecito inviato al debitore, che si ritiene comunque consegnato anche per compiuta giacenza presso l'ufficio postale.

16 ottobre 2017 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

prescrizione e decadenza dei debiti e dei crediti
violazione della privacy e della dignità del debitore
visite domiciliari sms e contatti telefonici indesiderati dell'agente di recupero crediti

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Il debitore che ammette il debito o ne contesta l'importo rischia di non beneficiare della prescrizione presuntiva
Non può essere accolta la prescrizione presuntiva del credito quando il debitore ammette la mancata estinzione del debito e/o quando il debitore ne contesta la congruità. Secondo giurisprudenza consolidata, infatti, l'ammissione del debitore di non aver estinto il debito ovvero la contestazione, da parte dello stesso, dell'entità dell'importo preteso dal ...
Debiti e responsabilità patrimoniale dei soci sas
In una Sas i soci accomandanti rispondono solo nei limiti della quota conferita (responsabilità limitata), i soci accomandatari, invece, rispondono illimitatamente e solidalmente per i debiti della società. Da quello che riferisce Lei sarebbe una socia accomandante, pertanto, in assenza di eventuali ed ulteriori vincoli o garanzie prestate, al momento ...
Prescrizione per la parcella di un avvocato - Decorrenza, comunicazione interruttiva dei termini ed implicazioni dell'eccezione di prescrizione
Costituisce atto idoneo ad interrompere la prescrizione l'inoltro della richiesta di adempimento per lettera raccomandata, la cui spedizione è provata dalla relativa ricevuta e i cui particolari doveri di consegna a carico del servizio postale ne fanno presumere l'arrivo al debitore, pur in assenza della ricevuta di ritorno. Solo a ...
Mantenimento » Figlia vive sola? Madre perde assegno e casa familiare
In tema di separazione, nel caso il figlio affidato andasse a vivere da solo, la madre affidataria perderebbe l'ex casa familiare e il mantenimento della ragazza corrisposto dall'ex coniuge obbligato. Questo importante principio è stato stabilito dalla Corte di Cassazione la quale, con la pronuncia 24510/2013, ha stabilito che: L'avvenuta ...
Nulla la notifica del verbale di multa effettuata presso l'abitazione della madre del destinatario
E' nulla la notifica di un verbale di multa, per infrazione al Codice della strada, consegnato alla madre del destinatario, non nella abitazione di quest'ultimo ma nella abitazione della madre. Secondo i giudici della Corte di cassazione (sentenza numero 7830/15) non basta che la persona cui sia stato consegnato l'atto ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca