Diritto di precedenza su richiesta di trasformazione da partime a tempo pieno (seconda parte)

Ringrazio per la risposta esauriente e preciso che attualmente ho un part time verticale sul turno notte e naturalmente mansioni compatibili al mio profilo professionale. Quindi non svolgo mansioni diverse da altre colleghe.

Quando il suo datore di lavoro assumerà un nuovo dipendente, con contratto a tempo pieno, assegnandogli mansioni identiche a quelle che lei attualmente svolge, potrà rivolgersi al giudice per vedere riconosciuto il suo diritto alla precedenza nella trasformazione del rapporto di lavoro da part time a tempo pieno.

23 settembre 2014 · Annapaola Ferri

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Dequalificazione e demansionamento del lavoratore
Ai fini della verifica della legittimità dello spostamento del lavoratore da una sede all'altra con assegnazione a diverse mansioni, operata dal datore di lavoro, deve essere valutata la omogeneità tra le mansioni successivamente attribuite e quelle di originaria appartenenza, sotto il profilo della loro equivalenza in concreto rispetto alla competenza ...
Legittimo il demansionamento del lavoratore in seguito a ristrutturazione aziendale
La disciplina delle mansioni e sul divieto di declassamento va interpretata alla stregua del bilanciamento del diritto del datore di lavoro a perseguire un'organizzazione aziendale produttiva ed efficiente e quello del lavoratore al mantenimento del posto, con la conseguenza che, nei casi di sopravvenute e legittime scelte imprenditoriali, comportanti, tra ...
Valido il patto di demansionamento se in mancanza dell'accordo l'alternativa è il licenziamento del lavoratore
Gli accordi sindacali stipulati nel corso delle procedure di mobilità, al fine di garantire il riassorbimento totale o parziale dei lavoratori ritenuti eccedenti, possono stabilire l'assegnazione dei lavoratori esuberanti a mansioni diverse e quindi anche inferiori, così come la legge consente l'adibizione a mansioni inferiori del lavoratore divenuto inabile in ...
Licenziamento individuale per giustificato motivo oggettivo
Nel licenziamento individuale per giustificato motivo oggettivo, determinato da ragioni inerenti l'attività produttiva, la causa che determina il recesso non è un generico ridimensionamento dell'attività imprenditoriale, ma consiste nella necessità di procedere alla soppressione del posto o del reparto cui è addetto il singolo lavoratore, soppressione che deve essere diretta ...
Mansioni superiori nel pubblico impiego - Il diritto ad una adeguata retribuzione può essere negato solo con l'accertamento della collusione tra dipendente e dirigente
La normativa vigente esclude che dallo svolgimento delle mansioni superiori possa conseguire l'automatica attribuzione della qualifica superiore. Quanto invece all'obbligo di corresponsione della retribuzione corrispondente alle mansioni superiori, la giurisprudenza della Corte Costituzionale ha ritenuto l'applicabilità anche nel pubblico impiego del diritto del lavoratore ad una retribuzione proporzionale alla quantità ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca