Come posso conoscere la motivazione della reiezione della domanda di accesso al credito per acquisto di beni di consumo?

Come posso conoscere la motivazione della reiezione della domanda di finanziamento al credito per acquisto di beni di consumo?

Naturalmente, partiamo del presupposto che lei non abbia mai avuto disguidi (si dice così per indicare l'inadempimento in maniera più soft) nel rimborso di eventuali precedenti prestiti, che disponga di un impiego non precario, che non abbia già chiesto un prestito, in corso di istruttoria, negli ultimi sei mesi e che infine, non abbia già chiesto un prestito a cui le è stato opposto formale rifiuto da meno di un mese.

Se tale è l'assunto, diciamo subito che nel determinare il diniego può paradossalmente aver influito la circostanza di non aver mai chiesto in passato finanziamenti (pur avendone avuta la possibilità) con la conseguente assenza di segnalazioni positive in una delle Centrali Rischi private (CRIF, Experian, CTC) a testimonianza di un merito creditizio già ampiamente collaudato.

Ad esempio, per un soggetto non più giovane, che già da molto tempo è entrato nel mondo del lavoro, la politica della finanziaria di credito a consumo potrebbe essere quella di non erogare il prestito in assenza di una segnalazione positiva rintracciabile in una Centrale Rischi privata.

Il problema si risolve da sé presentando istanza ad altro creditore, se possibile (ma sempre dopo aver lasciato decorrere almeno un mese dalla data di diniego) o rinunciando per questa volta all'acquisto del bene di consumo che avrebbe potuto essere finanziato.

Non di rado, alla radice del problema potrebbe esserci stato un furto di identità: qualcuno, disponendo dei suoi dati anagrafici e di lavoro, con la connivenza o meno di terzi, potrebbe aver avuto accesso al credito a suo nome, generando segnalazioni negative in qualcuna delle principali Centrali Rischi private.

Pertanto, l'unico modo per togliersi i dubbi è procedere ad una visura delle eventuali segnalazioni esistenti in CRIF, CTC ed Experian. Si tratta di procedure assai semplici da attivare, a costi molto contenuti (circa 10 euro a visura se non vengono individuate segnalazioni negative o positive). Nel blog troverà ampia documentazione sulle modalità con cui muoversi.

25 ottobre 2016 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

centrale rischi CRIF
centrale rischi CTC - Consorzio Tutela Credito
centrale rischi experian cerved
prestito negato

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Disabilità e agevolazioni fiscali » E' possibile l'acquisto di beni di facile consumo con l'IVA ridotta?
In merito alla legge 104/1992, che tutela i disabili con agevolazioni fiscali, è possibile anche l'acquisto di beni di facile consumo con IVA ridotta? Scopriamolo nel prosieguo dell'articolo. Le persone con handicap titolari della Legge 104/1992, possono comprare beni di facile consumo (ad. es. lavatrice, frigorifero, divano) con le agevolazioni ...
Credito al consumo e inadempimento nella consegna del bene acquistato - Il cliente è tutelato anche se il rapporto fra fornitore e venditore è regolato da una convenzione non esclusiva
Per credito al consumo si intende la concessione, nell'esercizio di un'attività commerciale o professionale, di credito sotto forma di dilazione di pagamento, di finanziamento o di altra analoga facilitazione finanziaria a favore di una persona fisica che agisce per scopi estranei all'attività imprenditoriale o professionale eventualmente svolta (consumatore). Il quadro ...
Credito al consumo – inadempimento del venditore
Nel caso di contratto di credito al consumo legato ad acquisti di beni o servizi può capitare di avere a che fare con situazioni sgradevoli legate all'inadempimento del venditore mentre magari si è già iniziato a pagare le rate del finanziamento. E' bene chiarire che in questi casi non è ...
Credito al consumo: acquisto tramite finanziaria? » Se il bene non è stato consegnato il consumatore non deve rimborsare il prestito
Acquisto di un bene tramite prestito con finanziaria: se l'oggetto non è stato consegnato o presenta differenze da quello effettivamente richiesto il consumatore ha diritto a non pagare il debito. In caso di credito al consumo la finanziaria non può agire contro l'acquirente del bene finanziato se questo non è ...
Credito al consumo - cosa è
Per credito al consumo si intende il credito per l'acquisto di beni e servizi (credito finalizzato) ovvero per soddisfare esigenze di natura personale (ad esempio: prestito personale, cessione del quinto dello stipendio) concesso ad una persona fisica (consumatore). Il credito al consumo può assumere la forma di dilazione del pagamento ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca