Dichiarazione rigettata mancato riconoscimento credito.

Ho un caso di un cliente che ha inviato la dichiarazione dei redditi Unico2009/Redditi2008, ma gli è stata rigettata.

L'amministrazione ha processato la dichiarazione conservando i dati dei debiti e dei crediti, il cliente non si è reso conto del fatto, e ha fruito dei crediti in essa dichiarati, e versato i debiti negli anni successivi come se fosse stata accolta.

Ora 10/2011, ha un avviso in cui non gli sono riconosciuti i crediti iscritti nella dichiarazione Unico2010/Redditi2009, si è evinto che l'amministrazione non aveva la precedente dichiarazione, in carico, come è possibile sanare la situazione?

Non ci sono violazioni effetive a livello di imposte, come si potrebbe sitemare la situazione, vedendo riconosciuti i crediti in dichiarazione?

Non credo ci sia alcun modo per sanare la situazione. Chi trasmette la dichiarazione ha l'obbligo di verificare che la stessa sia andata a buon fine e conservare la comunicazione di avvenuto ricevimento ai sensi dell'art. 3 comma 10 DPR 322/98.

20 ottobre 2011 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

dichiarazione redditi

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Errori ed omissioni nella dichiarazione dei redditi - Termini per rimborsi e ravvedimenti
Le dichiarazioni dei redditi, dell'imposta regionale sulle attività produttive e dei sostituti di imposta possono essere integrate dai contribuenti per correggere errori od omissioni (in danno del contribuente) che abbiano determinato l'indicazione di un maggior reddito o, comunque, di un maggior debito d'imposta o di un minor credito, mediante dichiarazione ...
Iva a credito » Ecco come poter recuperare le somme in caso di omessa dichiarazione
In caso non fosse stata presentata la dichiarazione Iva a credito dell'anno precedente, è possibile presentare la stessa oggi e recuperare il credito Iva esposto nella dichiarazione dell'anno successivo? Durante lo svolgimento dell'attività professionale o anche di impresa può’ accadere che la conformazione dei costi porti il contribuente a maturare ...
Credito al consumo e inadempimento del fornitore - Come si risolve il contratto di credito
Nei contratti di credito a consumo collegati, in caso di inadempimento da parte del fornitore di beni o servizi, il cliente, dopo aver inutilmente effettuato la costituzione in mora del fornitore, ha diritto alla risoluzione del contratto di credito, se con riferimento al contratto di fornitura di beni o servizi ...
Il rimborso al contribuente del credito indicato nella dichiarazione dei redditi deve essere disposto automaticamente dall'Amministrazione
L'esposizione di un credito d'imposta nella denuncia dei red­diti fa sì che non occorra, da parte dei contribuente, al fine di ottenerne il rimborso, alcun altro adempimento, dovendo solo attendere che l'Amministrazione finanziaria eserciti, sui dati esposti in dichiara­zione, il potere-dovere di controllo secondo la procedura di liquida­zione delle imposte, ...
Contestabilità del credito iva da parte dell'agenzia delle entrate - termini rigorosi di decadenza
Pronunzia di conferma sui termini di decadenza per la contestabilità del credito IVA da parte degli uffici dell'amministrazione finanziaria. La Corte di Cassazione, infatti, ha ribadito il proprio precedente orientamento in cui affermava che anche la contestabilità del credito IVA preteso dal contribuente è soggetta ai termini rigorosi di decadenza ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca