Udienza giudiziale per rendere la dichiarazione del terzo pignorato e nuove notifiche al debitore

Argomenti correlati:

Il 15 di giugno scorso il mio ex datore di lavoro è andato davanti al giudice che ha emesso il pignoramento per dichiarare le somme trattenute. Cosa comporta il fatto che io in qualità di debitore non mi sono presentato? Tutte le eventuali comunicazioni compreso un nuovo pignoramento presso il mio attuale datore di lavoro mi verranno notificate presso la cancelleria del tribunale oppure a casa mia?

Per un eventuale, nuovo procedimento a carico di pignoramento presso terzi, le notifiche saranno effettuate presso il suo attuale indirizzo di residenza anagrafica.

Tanto più che a norma dell’articolo 547 del codice di procedura civile il terzo pignorato, con dichiarazione a mezzo raccomandata inviata al creditore procedente o trasmessa a mezzo di posta elettronica certificata, deve specificare di quali cose o di quali somme è debitore o si trova in possesso e quando ne deve eseguire il pagamento o la consegna.

25 Giugno 2018 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Pignoramento verso terzi e mancata dichiarazione del terzo pignorato
Vantando un credito, ho provveduto ad effettuare un pignoramento presso terzi: alla prima udienza per l'assegnazione, il terzo non si è presentato e non ha prodotto la dichiarazione. Il Giudice ha fissato una nuova udienza (ormai prossima) ma non è stata ancora prodotta alcuna dichiarazione. Se continua così che devo fare? E' il Giudice che decide e cosa? Grazie per la risposta. ...

Pignoramento - Omessa dichiarazione da rendere all'ufficiale giudiziario da parte del debitore circa il possesso di ulteriori beni pignorabili
L'articolo 492 del codice di procedura civile dispone, fra l'altro che, quando per la soddisfazione del creditore procedente i beni assoggettati a pignoramento appaiono insufficienti ovvero per essi appare manifesta la lunga durata della liquidazione l'ufficiale giudiziario invita il debitore ad indicare ulteriori beni utilmente pignorabili, i luoghi in cui si trovano ovvero le generalità dei terzi debitori, avvertendolo della sanzione prevista per l'omessa o falsa dichiarazione. Della dichiarazione del debitore è redatto processo verbale che lo stesso sottoscrive. Se sono indicate cose mobili queste, dal momento della dichiarazione, sono considerate pignorate e l'ufficiale giudiziario provvede ad accedere al luogo ...

Pignoramento dello stipendio - Non commette reato il datore di lavoro terzo pignorato che, dopo l'assegnazione giudiziale, non trasferisce il quinto della busta paga al creditore procedente
Con riguardo alla procedura esecutiva presso terzi, l'articolo 546 del codice di procedura civile, comma 1, stabilisce che dal giorno in cui gli è notificato l'atto previsto di pignoramento, il terzo è soggetto, relativamente alle cose o alle somme da lui dovute e nei limiti dell'importo del credito precettato aumentato della metà, agli obblighi che la legge impone al custode. Qualora l'oggetto del pignoramento sia un credito, gli obblighi che la legge impone al custode devono interpretarsi nel senso che il terzo, una volta notificatagli il decreto giudiziale di assegnazione al creditore procedente delle somme detenute in custodia, non può ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Udienza giudiziale per rendere la dichiarazione del terzo pignorato e nuove notifiche al debitore