Onorario del notaio per la stipula del contratto di mutuo cointestato – La fattura è stata emessa indicando entrambi i cointestatari » Possiamo entrambi detrarre gli oneri notarili dalla dichiarazione dei redditi?

Ho acquistato in comproprietà con il mio compagno un appartamento destinato ad abitazione principale. Per questo abbiamo stipulato un mutuo ipotecario cointestato. La parcella del notaio con l’onorario per la stipula del contratto di mutuo è stata giustamente emessa indicando entrambi i nostri nominativi, ma è stata pagata solamente dal mio compagno. Posso recuperare anch’io il 19% in dichiarazione dei redditi oppure no?

La detrazione d’imposta degli oneri accessori (spese notarili, nella fattispecie) spetta agli acquirenti dell’immobile, adibito ad abitazione principale entro un anno dall’acquisto, che siano contestualmente contraenti del mutuo ipotecario. In presenza di più intestatari del mutuo, il diritto alla detrazione spetta a ciascuno in proporzione alla propria quota di cointestazione del mutuo (indipendentemente da chi sostenga effettivamente la spesa).

Per abitazione principale si intende quella nella quale il contribuente e\o i suoi familiari dimorano abitualmente.

Tuttavia, bisogna ricordare che la detrazione annuale complessiva dei cointestatari del mutuo è limitata ad un massimo di spesa di euro 4 mila (per entrambi i cointestatari) per interessi passivi ed oneri accessori.

Occhio, pertanto, alla dichiarazione dei redditi di ciascuno dei due cointestatari del mutuo per acquisto abitazione principale, soprattutto relativamente all’anno di imposta in cui è stato sottoscritto il mutuo: la spesa massima ammessa a detrazione per ciascuno dei due contraenti, per interessi e spese notarili, non deve superare i complessivi duemila euro.

21 Marzo 2019 · Giorgio Valli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dichiarazione dei redditi ed interessi passivi - mutuo cointestato su abitazione con unica proprietaria
Nel 2005 mia figlia ha acquistato un appartamento e la banca ha erogato il mutuo. Il reddito di mia figlia al momento non era sufficiente a garantire la rata mensile del mutuo e di conseguenza abbiamo dovuto cointestarlo. L'appartamento è intestato solo a mia figlia. Lei può recuperare tutti gli interessi passivi, anche se il mutuo è cointestato? ...

Mutuo di liquidità cointestato
Mia moglie con la quale sono sposato da circa un anno ha contratto circa 7 anni fa un mutuo cointestato di liquidità con il suo ex compagno. A garanzia di questo mutuo di liquidità c'è la casa dell'ex compagno e la busta paga dell'attuale lavoro di mia moglie. Entrambi partecipano al pagamento delle rate di mutuo versando una quota sul conto corrente della banca dove è acceso il mutuo. Domande: E' possibile rimuovere la cointestazione del mutuo? A che condizioni? ...

Posso detrarre gli interessi passivi di un mutuo cointestato per l'abitazione principale di cui è proprietaria esclusiva mia moglie fiscalmente a mio carico?
Sono cointestatario di un mutuo ipotecario acquisto/costruzione/ristrutturazione prima abitazione e volevo sapere se posso inserire nel 730 gli interessi passivi nonostante non sia proprietario dell'immobile intestato a mia moglie e lei sia a mio carico in quanto non lavoratrice. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Onorario del notaio per la stipula del contratto di mutuo cointestato – La fattura è stata emessa indicando entrambi i cointestatari » Possiamo entrambi detrarre gli oneri notarili dalla dichiarazione dei redditi?