Detrazioni fiscali per il risparmio energetico – Posso fruirne essendo titolare di un comodato d’uso dell’immobile?


In riferimento al precedente quesito, stante questa situazione:
Moglie incapiente (disoccupata) residente e proprietà immobile ove verranno svolti lavori per il risparmio energetico;
– Coniuge vive con la moglie (medesimo nucleo familiare), ma residente in altro comune, e che effettua tutte le spese come previsto da regolamento.

Preso atto che tra i requisiti per usufruire delle agevolazioni occorre avere stipulato un contratto di comodato uso gratuito.

Chiedo: è sufficiente che sia di tipo verbale? Oppure è obbligatorio che sia scritto? Se scritto è obbligatorio che sia registrato? O è sufficiente che abbia data certa (timbro raccomandata senza busta o PEC a se stessi)?

Nulla è esplicitamente indicato dalla legge, a quanto ci risulta. Tuttavia, considerato che eventuali controlli sulla sussistenza dei requisiti per godere del beneficio sono effettuati dall’Agenzia delle entrate, il suggerimento è quello di registrare il contratto di comodato e successivamente procedere all’installazione delle tende.

12 Maggio 2017 · Simone di Saintjust



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Detrazioni fiscali per il risparmio energetico – Posso fruirne essendo titolare di un comodato d’uso dell’immobile?