Interessi passivi mutuo liquidità – Possono essere portati in detrazione nella mia dichiarazione dei redditi?

Da qualche anno sto pagando circa 20 mila euro l’anno relativi a 3 finanziamenti ipotecari presi dalla vecchia azienda del quale facevo parte, al momento chiusa. Questi mutui sono stati ricontrattati nel 2015 dopo che ho riaperto la ditta individuale ed effettivamente sto pagando principalmente interessi passivi.

Il mio commercialista non ha mai voluto portare in detrazione gli interessi passivi che pago su questi mutui, e quest’anno, visto che ho guadagnato con il mio lavoro oltre 60 mila euro lordi, mi ritrovo a doverne pagare circa 30 mila di Irpef.

Vorrei sapere se effettivamente esiste una possibilità per detrarre questi interessi.

Sono detraibili esclusivamente gli interessi passivi per mutui ipotecari contratti per l’acquisto di immobili adibiti ad abitazione principale.

Non danno comunque diritto alla detrazione gli interessi pagati a seguito di aperture di credito bancarie, di cessione di stipendio e, in
generale, gli interessi derivanti da tipi di finanziamento diversi da quelli relativi a contratti di mutuo per l’acquisto della casa adibita ad abitazione principale, anche se con garanzia ipotecaria su immobili.

4 Luglio 2018 · Piero Ciottoli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Detrazione interessi passivi mutuo cointestato
In caso di comproprietà dell'appartamento (prima casa dei coniugi) e mutuo cointestato, è possibile scaricare il 100% degli interessi passivi da parte di uno solo dei due coniugi? Per esempio se un coniuge lavora parzialmente (no capienza irpef) ma non a carico dell'altro, può quest'ultimo scaricare il 100% degli interessi? Ogni anno si può decidere chi ed in quale misura recupera gli interessi passivi? ...

Dichiarazione dei redditi e detrazione interessi passivi mutuo - aspetti particolari
Non è possibile portare in detrazione gli interessi pagati a seguito di aperture di credito bancario, cessione dello stipendio e comunque gli interessi derivanti da finanziamenti diversi da quelli relativi a contratti di mutuo. Unitamente agli interessi passivi sono detraibili le commissioni spettanti agli istituti di credito per la loro attività di intermediazione, le spese notarili relative alla stipula del contratto di mutuo, le spese di istruttoria, la perizia tecnica nonché le imposte di registro, ipotecarie e catastali, l'imposta per l'iscrizione e la cancellazione dell'ipoteca. ...

Dichiarazione dei redditi e detrazione interessi passivi mutuo per la ristrutturazione
IN COSA CONSISTE I contribuenti, che intraprendono la ristrutturazione e/o la costruzione della loro casa di abitazione principale, possono detrarre dall'Irpef, nella misura del 19 per cento, gli interessi passivi e i relativi oneri accessori pagati sui mutui ipotecari, per costruzione e ristrutturazione dell'unità immobiliare, stipulati con soggetti residenti nel territorio dello Stato o di uno Stato membro dell'Unione europea, ovvero con stabili organizzazioni nel territorio dello Stato di soggetti non residenti. L'importo massimo sul quale va calcolata la detrazione del 19 per cento è pari a 2.582,28 euro complessivi per ciascun anno d'imposta. Per costruzione e ristrutturazione si intendono ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Interessi passivi mutuo liquidità – Possono essere portati in detrazione nella mia dichiarazione dei redditi?