Decreto penale condanna: riscossione


Buongiorno a tutti,

vorrei gentilmente sapere come funziona la procedura di riscossione dei decreti penali di condanna non opposti.

Da quanto è a mia conoscenza, si deve effettuare il pagamento con modello f23 e successivamente, in caso di inadempienza, la palla passa ad Equitalia. Avviene sempre cosi?

Inoltre, una volta ricevuta la cartella esattoriale, è possibile richiedere ad Equitalia la rateizzazione del pagamento oppure le somme derivanti da decreto penale di condanna non possono essere oggetto di rateizzazione (se non davanti al Tribunale di Sorveglianza)?

Infine, di quanto è l’aumento della somma dal momento del decreto penale di condanna al ricevimento della cartella esattoriale?

Grazie in anticipo a chi potrà essermi d’aiuto.

La sanzione penale è rateizzabile attravero il concessionario della riscossione o su richiesta da rimettere al giudice che ha emesso la sentenza.



Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Decreto penale condanna: riscossione