Decreto ingiuntivo per fideiussioni prestate insieme ad altri per un prestito non rimborsato - Può la banca chiedere tutto a me?

Ero socio di una società srl con capitale sociale di 10 mila euro, avevo contratto un mutuo con garanzia mediocredito centrale fondo per le PMI di euro 50 mila euro, su questo mutuo appunto c'è una garanzia di 40 mila euro da parte di MCC e 70 mila mia personale, io poi sono uscito da questa società e fino a che c'ero io si è sempre pagato. Dalla mia uscita ovviamente non hanno più pagato ed oggi ricevo decreto ingiuntivo per la mia garanzia personale dove richiedono a me tutta la somma, ma non si parla di escussione garanzia o altro, leggevo che la fideiussione sarebbe illegittima o almeno credo poiché se 40 mila sono garantiti da MCC e la legge dice che non si possono inserire altre garanzie io tecnicamente sarei debitore di 10 mila euro, anche se circa 8 mila erano stati pagati. Ma ripeto la banca chiede tutto l'importo a me, ho fatto tramite il mio avvocato opposizione al decreto ingiuntivo contestando appunto la fideiussione rilasciata, ma volevo sapere se qualcuno ha maggiori esperienze.

Sicuramente non sono presenti in questo forum soggetti con esperienza maggiore di quella che possa vantare un avvocato che esercita abitualmente la professione: ma anche qualora ve ne fossero, dubito che essi avessero mai potuto esprimere un parere affidabile sulla scorta di poche righe di parte, senza poter prendere visione dei contratti di fideiussione sottoscritti.

Qui, possiamo solo ricordare che un debito non rimborsato è sempre gravato da penalità e interessi di mora e, se il creditore è costretto a promuovere azione esecutiva (decreto ingiuntivo), anche da spese legali e giudiziali; che se si presta fideiussione a favore di una srl non rileva l'eventuale recesso dalla posizione di socio ma solo la revoca della fideiussione esercitata al momento del recesso; che il contratto di fideiussione sottoscritto potrebbe includere clausole di escussione della garanzia a prima richiesta, la rinuncia al beneficio di escussione del debitore principale nonché l'esclusione della solidarietà fra i fideiussori vari complementari e successivi.

E si può solo affermare, con assoluta certezza, che il ragionamento svolto per dedurre che l'obbligazione a suo carico sarebbe circoscritta a soli 10 mila euro, non ha alcun fondamento. Peraltro, se MCC seguisse la sua logica, potrebbe concludere che non deve alcunchè dal momento che, a fronte di un debito di 50 mila euro, lei ne garantisce già da solo 70 mila.

11 novembre 2017 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

fideiussione
fideiussione a prima richiesta
revoca della fideiussione

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Fondo patrimoniale debiti societari e fideiussioni prestate dai soci
Le società di capitali  sono dotate di personalità giuridica, rappresentano cioè dei “soggetti di diritto”, capaci di assumere in proprio diritti e obbligazioni. In questa situazione i debiti contratti per l'esercizio dell'attività sociale sono debiti della società e non dei soci e pertanto il patrimonio personale di questi ultimi è ...
Opposizione a decreto ingiuntivo - Disconoscere la copia degli estratti conto prodotti dalla società di recupero crediti e chiedere l'esibizione degli originali
Talvolta le società cessionarie dei crediti che banche e finanziarie vantavano nei confronti del debitore inadempiente, si avventurano nella richiesta di un decreto ingiuntivo, producendo agli atti una copia degli estratti conto cronologici forniti dal creditore originario, attestanti la presunta evoluzione temporale della posizione debitoria, con il dettaglio delle rate ...
Decreto ingiuntivo, opposizione a decreto ingiuntivo e mediazione obbligatoria
Attraverso il meccanismo della mediazione obbligatoria il legislatore si è posto come obiettivo quello di rendere il procedimento giudiziale la extrema ratio: cioè l'ultima possibilità dopo che le altre possibilità sono risultate precluse. Quindi l'onere di esperire il tentativo di mediazione deve allocarsi presso la parte che ha interesse al ...
Riscossione coattiva dei crediti – Decreto ingiuntivo e precetto
Il decreto ingiuntivo, così come la cartella esattoriale, l'assegno o la cambiale, sono titoli esecutivi. Dopo la notifica del decreto ingiuntivo si hanno a disposizione 40 giorni per impugnarlo. In assenza di opposizione, verrà notificato un precetto con il termine ultimativo di 10 giorni per il pagamento. Decorso tale termine, ...
Da quando decorre la prescrizione di un decreto ingiuntivo?
Un decreto ingiuntivo ha prescrizione decennale, non ci piove, ma ci si chiede da quale momento la prescrizione decennale decorra. La prescrizione decennale di un decreto ingiuntivo, prevista dall'articolo 2953 del codice civile, decorre non dal giorno in cui sia possibile l'esecuzione della sentenza, né da quello della sua pubblicazione, ...

Dove mi trovo?



lunghezza totale = 7239

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca