A cosa serve un decreto ingiuntivo per una società a responsabilità limitata decotta e priva di beni da espropriare?


Non si può escludere un ampliamento, nel tempo, della platea di creditori che potrebbero insinuarsi in un inevitabile procedura fallimentare della srl

Ultimo amministratore srl: prima di fallire era arrivato decreto ingiuntivo per 50 mila euro e nessuna opposizione era stata presentata. Poi la stessa società creditrice ci ha fatto fallire. Non c’erano beni né niente da pignorare o ipotecare. È fallita da anni. Essendo una Srl con un decreto ingiuntivo dopo tre anni dal fallimento che potere hanno i creditori in possesso di questo decreto? Cioè essendo una Srl possono pignorare beni personali all amministratore o potevano pignorare solo durante il fallimento conti e beni della SRl? Perche tendono a farti fallire essendo una srl? Con la convinzione che il curatore durante il fallimento riesca a dargli i crediti? Serve una condanna per una eventuale responsabilità in solido dell amministratore? Cosa se ne fanno di un decreto ingiuntivo su una SRl che hanno fatto loro stessi fallire se risponde in solido la srl?

Innanzitutto, il creditore ha svolto un servizio sociale, contribuendo ad estirpare dal circuito commerciale di beni e servizi un soggetto giuridico che creava solo disvalore, accumulando anche debiti fiscali (che non avrebbe mai regolato) a danno dell’intera collettività, e potenzialmente prestandosi, nella situazione di irrimediabile insolvenza in cui era caduta, a poco trasparenti operazioni di riciclaggio se non di truffa e come veicolo collettore di IVA non versata.

Ma, dubito che il creditore avesse avuto intenti così nobili: passando allora a motivazioni più “terra terra”, è ovvio che se egli valuta l’esposizione debitoria della società ormai irrimediabilmente compromessa, riterrà meglio spartire in quattro, che in quarantotto, quel poco o quasi niente che il debitore (la società) possiede, dal momento che non si può escludere la possibilità di ampliamento, nel tempo, della platea di creditori che potrebbero insinuarsi in un inevitabile procedura fallimentare.

Peraltro, seguendo il suo paradossale ragionamento, si dovrebbe tollerare che una società che crea valore solo per l’amministratore stipendiato, ma a suon di debiti conseguiti con forniture e imposte non pagate, resti libera di scorrazzare ed infettare il mercato, creando ulteriori danni a società sane che offrono la possibilità di stipendio a numerosi impiegati ed operai con le proprie famiglie.

26 Novembre 2018 · Tullio Solinas

Altri post che potrebbero soddisfare le esigenze informative di chi è giunto fin qui


Se il post è stato interessante, condividilo con i tuoi account Facebook e Twitter

condividi su FB     condividi su Twitter

Questo post totalizza 162 voti - Il tuo giudizio è importante: puoi manifestare la tua valutazione per i contenuti del post, aggiungendo o sottraendo il tuo voto

 Aggiungi un voto al post se ti è sembrato utile  Sottrai  un voto al post se il post ti è sembrato inuutile

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it

Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!



Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Debiti e recupero crediti » A cosa serve un decreto ingiuntivo per una società a responsabilità limitata decotta e priva di beni da espropriare?. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.