Decreto ingiuntivo – prestito non rimborsato e contestuale pagamento alimenti figli

La settimana scorsa ho ricevuto decreto ingiuntivo relativo ad un finanziamento che non ho potuto più onorare dal 2011 e, immagino, proseguiranno con atto di precetto e successivo pignoramento dello stipendio (non ho beni immobili ma solo un’auto di scarso valore). Il mio emolumento mensile medio è di circa 1200 euro, va aggiunto altresì che sono separato e verso (anche se non del tutto) 700 euro mensili per il mantenimento delle mie due figlie (mia moglie non ha mai agito per vie legali per il riconoscimento delle differenze non versate). E’ possibile che mi venga pignorato 1/5 dello stipendio anche se pago l’assegno di mantenimento? Conviene fare opposizione? Ma cosa se io quei soldi li devo per davvero?

Purtroppo, nell’ipotesi di azione esecutiva di pignoramento presso il datore di lavoro promossa dal creditore, sarà stabilito un prelievo del 20% sul suo stipendio, pari a circa 240 euro.

Non è rilevante, in tal senso, l’obbligo sussistente a carico del debitore di corrispondere un assegno di mantenimento a coniuge e figli.

Naturalmente, se il debito è certo ed esigibile, è assolutamente inutile presentare opposizione al decreto ingiuntivo.

18 Novembre 2015 · Marzia Ciunfrini



Condividi il topic dona e vota


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Decreto ingiuntivo – prestito non rimborsato e contestuale pagamento alimenti figli