Debitrice in casa di mia figlia - Come posso evitarle un pignoramento?

Io abito in casa di mia figlia nella quale ho il diritto di abitazione: siccome ho problemi con Equitalia e altri fornitori, mi hanno consigliato di stipulare un contratto di comodato d'uso. Dei mobili e accessori che sono in casa con tanto di foto e registrare il tutto. Pensate che sia una misura efficace?

Fino a poco tempo fa le sue precauzioni sarebbero risultate efficaci.

Recentemente, tuttavia, una sentenza della Corte di Cassazione ha stabilito che l'ufficiale giudiziario non può esimersi dal pignoramento dei beni presenti presso il luogo in cui il debitore ha il proprio domicilio o stabilisce la propria residenza, anche se gli vengono opposti documenti che ne provano la proprietà in capo a terzi.

L'ufficiale giudiziario, in pratica, deve sempre presumere che ciò che trova nel domicilio del debitore è di proprietà di quest'ultimo, in osservanza del principio giuridico di presunzione legale di proprietà. E, comportarsi di conseguenza.

Tanto premesso, va aggiunto che la registrazione presso l'Agenzia delle Entrate di un contratto di comodato d'uso per mobili, arredi, elettrodomestici e quant'altro presente nella casa del debitore, effettuata prima del pignoramento, non è inutile. Con tale contratto, infatti, è possibile successivamente, e assistiti da un legale, proporre opposizione al giudice dell'esecuzione per ottenere la liberazione dei beni pignorati.

Se può essere di conforto, va inoltre precisato che, di norma, Equitalia non procede a pignoramento presso la residenza del debitore, a meno che non possa ragionevolmente aspettarsi di trovare nell'abitazione del debitore beni di valore (quadri d'autore, capi d'abbigliamento firmati, mobili d'antiquariato, gioielli, impianti di intrattenimento di alta tecnologia).

Equitalia preferisce, di solito, con i comuni debitori, affidarsi ad azioni esecutive o cautelari più efficaci e meno costose, quali il fermo amministrativo, l'ipoteca, il pignoramento del conto corrente, dello stipendio o della pensione.

18 marzo 2014 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento
pignoramento Equitalia o ADER

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Contratto di comodato di un immobile - Non è opponibile all'acquirente
Il contratto di comodato di un bene stipulato dall'alienante in epoca anteriore al rogito non è opponibile all'acquirente del bene stesso. L'acquirente a titolo particolare del bene concesso in precedenza dal venditore in comodato non può, quindi, risentire alcun pregiudizio dall'esistenza di tale comodato e ha, pertanto, il diritto di ...
Immobile concesso in comodato da un terzo - Successiva separazione dei coniugi ed assegnazione della casa familiare
Il coniuge affidatario della prole minorenne, o maggiorenne non autosufficiente, assegnatario della casa familiare, può opporre al comodante, che chieda il rilascio dell'immobile, l'esistenza di un provvedimento di assegnazione, pronunciato in un giudizio di separazione o divorzio, solo se tra il comodante e almeno uno del coniugi il contratto in ...
Il comodato a tempo determinato, a tempo determinabile ed il comodato precario senza determinazione di durata
Il codice civile disciplina due forme del comodato, quello propriamente detto, regolato dagli articoli 1803 e 1809 e il cosiddetto comodato precario, al quale si riferisce l'articolo 1810 del codice civile, rubricato come comodato senza determinazione di durata. Nel caso di comodato precario, connotato dalla mancata pattuizione di un termine ...
Equitalia e pignoramento presso la residenza del debitore » Una pratica sempre meno usata
Il pignoramento mobiliare presso la residenza del debitore, è difficilmente utilizzato da equitalia: vediamo i motivi. Coloro che vivono in un immobile in regime di affitto in comodato, e non possiedono altro che non i beni mobili che arredano l'appartamento, hanno poco da temere nei confronti di Equitalia. Ciò, perché, ...
Assegnazione casa coniugale - Si tratta di un atipico diritto personale di godimento e non di un diritto reale
In tema di imposte comunali sugli immobili (ICI, IMU, TASI) il coniuge affidatario dei figli al quale sia assegnata la casa di abitazione posta nell'immobile di proprietà (anche in parte) dell'altro coniuge non è soggetto passivo dell'imposta per la quota dell'immobile stesso sulla quale non vanti il diritto di proprietà ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca