Debito verso avvocato

Non riesco a pagare interamente la parcella di un avvocato d'ufficio che mi ha assistito durante un processo. Gli ho dato un acconto di 800 euro su un totale di 3 mila e 800 euro. Quindi devo ancora versargli 3 mila euro. Cosa può succedermi? Cosa mi possono pignorare? Lo stipendio purtroppo non mi basta.

Purtroppo far debiti con un avvocato e sperare di non pagare pegno è impresa alquanto ardua e velleitaria.

Può sperare solo che il creditore comprenda la sua situazione di indigenza: sta a lei rappresentargliela nel modo migliore.

Superfluo, credo, suggerirle di evitare qualsiasi atteggiamento di arroganza e/o indisponibilità. Inutile, anzi controproducente, disattendere eventuali piani rateali concordati di rientro dal debito.

Quello che può verosimilmente accaderle qualora la sua insolvenza persistesse è l'avvio di un'azione giudiziale finalizzata al pignoramento dello stipendio presso il datore di lavoro. Il 20% della retribuzione netta, che le verrà prelevato alla fonte.

10 marzo 2015 · Carla Benvenuto

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Quando il recupero crediti asserisce che non serve esibire un estratto conto cronologico del debito
Avevo scritto pochi giorni per una questione di un finanziamento che ho fatto 3 anni fa con la Santander di 10.000 euro purtroppo da piu di un anno e mezzo che ho perso il mio lavoro tempo indeterminato m sono trovata in difficolta per pagarlo . Adesso la banca inizialmente ...
Ipoteca su immobile sottoposto a sequestro - Il creditore non può chiedere la revoca del sequestro
Il terzo titolare di un diritto di credito assistito da garanzia reale non può essere pregiudicato dalla confisca penale eseguita su quei beni. Nessuna forma di confisca, infatti, può determinare l'estinzione dei diritti reali di garanzia costituiti sulla cosa, in puntuale sintonia col principio generale di giustizia distributiva per cui ...
Dichiarazione IVA omessa o infedele - Quando non è punibile
La Corte costituzionale, con sentenza 80/14 ha dichiarato, l'illegittimità costituzionale della norma che, con riferimento ai fatti commessi sino al 17 settembre 2011, punisce l'omesso versamento dell'imposta sul valore aggiunto, dovuta in base alla relativa dichiarazione annuale, per importi non superiori, per ciascun periodo di imposta, ad Euro 103 mila. ...
Adesso l'ufficiale giudiziario ha diritto ad un compenso commisurato al recuperato - In pratica lavora per il creditore ed è controparte del debitore
Quando si procede alle operazioni di pignoramento presso terzi o di pignoramento mobiliare, gli ufficiali giudiziari sono retribuiti mediante un ulteriore compenso, che rientra tra le spese di esecuzione ed è dimezzato nel caso in cui le operazioni non vengano effettuate entro quindici giorni dalla richiesta, stabilito dal giudice dell'esecuzione: ...
Il frazionamento del credito nel processo esecutivo integra un abuso - il creditore procedente paga il proprio avvocato nel giudizio di legittimità chiesto dal debitore
Il creditore può azionare più volte lo stesso titolo esecutivo fino ad ottenere il completo rimborso del credito vantato nei confronti del debitore, comprensivo di interessi e spese sostenute per la riscossione coattiva. Ma, se è vero che l'obiettivo del processo esecutivo resta la soddisfazione del creditore procedente, ciò deve ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca