Debito per bollette arretrate e cambio di residenza - I creditori possono agire nei confronti di chi mi ospita?

Purtroppo sono senza lavoro e non riesco a pagare delle vecchie bollette di GAS per le quali mi è arrivata da uno studio di avvocati una lettera di diffida per procedere al pagamento al termine di 15 giorni; io non abito più in quella casa perché sono separata da mio marito (lui abita ancora là) ma l'intestazione della bolletta è rivolta a me, ora sto con il mio compagno attuale e vivo nella sua casa ma ancora non ho cambiato residenza. Se cambio residenza può succedere qualcosa a lui?

In linea del tutto teorica, dopo il trasferimento di residenza presso l'abitazione dell'attuale compagno, i creditori che dovessero agire giudizialmente per il recupero degli importi riconducibili alle bollette non pagate, potrebbero effettuare un pignoramento presso la residenza del debitore.

In questo caso, tutti i beni pignorabili che venissero rinvenuti presso la casa del suo attuale compagno potrebbero essere sottoposti ad azione esecutiva, vigendo nel nostro ordinamento il principio di presunzione legale di proprietà, ovvero, in altre parole, tutto ciò che si trova nella casa in cui risiede il debitore si presume essere di proprietà del debitore.

4 novembre 2017 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento presso residenza debitore e presunzione legale di proprietà – problematiche e possibili precauzioni

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Notifica del verbale di multa e cambio di residenza - Da quando decorrono i 90 giorni
Le comunicazioni al Pubblico Registro Automobilistico (PRA) del cambio di residenza ritualmente dichiarato dal proprietario all'anagrafe comunale (nel rispetto della procedura da seguire e con l'indicazione anche dei dati relativi alla patente ed ai veicoli di proprietà) debbano essere eseguite di ufficio a cura degli uffici anagrafici. Pertanto, ove la ...
Agevolazioni prima casa » L'inquilino che non se ne va non giustifica la mancata residenza
In merito alle agevolazioni prima casa, in caso di mancato rilascio del conduttore dell'immobile, i benefici per il nuovo padrone di casa decadono se non ha effettuato il cambio di residenza. Si può accedere alle agevolazioni prima casa solo con il cambio di residenza anche se l'immobile non viene rilasciato ...
Validità delle notifiche al vecchio indirizzo in caso di cambio di residenza
Nel caso di cambio di residenza, per verificare la validità della notifica degli atti effettuata al vecchio indirizzo, occorre fare riferimento alle seguenti regole. ...
Canone Rai » A chi è dovuto l'onere in caso di contratto di locazione?
Si è stipulato un contratto di locazione come affittuario e l'apparecchio televisivo appartiene al proprietario dell'appartamento: chi deve pagare il canone rai? Lo spieghiamo nel prosieguo dell'articolo. E' bene notare che dal 2016 l'addebito del canone Rai, vale a dire dell'imposta sul possesso della televisione, finisce direttamente nella bolletta della ...
Mutuo - cambio o sostituzione
Cosa è il cambio o sostituzione del mutuo Il cambio del mutuo è la possibilità che il mutuatario esercita al fine di usufruire di condizioni finanziarie più favorevoli ed eventualmente di ottenere anche liquidità per soddisfare sopraggiunte necessità finanziarie. In questo caso è possibile estinguere il vecchio mutuo per accenderne ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca